Le auto piccole fanno comodo in città e chi ne cerca una ha l'imbarazzo della scelta. Ma qual è la più piccola? Pensandoci viene subito in mente la smart (senza però contare le microcar, come la Citroen Ami che è lunga 2,41 metri contro i 2,74 della EQ fortwo). Tuttavia, c'è chi nella storia ha contato molti centimetri in meno (e con "molti meno" si scende sotto i due metri). E' la Peel P50.

I lettori più attenti probabilmente la conoscono già perché nel 2010 è entrata nel Guinness dei primati come l'auto di serie più piccola mai prodotta (senza contare che due anni prima era diventata popolare anche grazie alla nota trasmissione della BBC Top Gear). La Peel P50 è una macchina davvero particolare (ha tre ruote e non ha la retromarcia), quindi vale la pena conoscerla meglio.

Le dimensioni della Peel P50

Prima di fare un passo indietro nella storia, però, misuriamo la Peel P50: è lunga 1 metro e 34 centimetri, larga 99 centimetri e alta 1 metro e 20 centimetri (pesa 59 chilogrammi).

Per avere un'idea migliore di quanto è grande ecco qualche confronto con le citycar (qui invece avete una panoramica delle microcar elettriche):

Marca Modello Lunghezza Larghezza Altezza
Peel P50 1,34 m 99 cm 1,20 m
smart EQ fortwo 2,74 m 1,66 m 1,56 m
Citroen  C1 3,46 m 1,61 m 1,46 m
Toyota Aygo 3,46 m 1,61 m 1,46 m
Peugeot 108 3,47 m 1,61 m 1,46 m
Fiat 500 3,57 m 1,62 m 1,48 m
Volkswagen Up! 3,60 m 1,64 m 1,49 m
Kia Picanto 3,59 m 1,59 m 1,50 m
Renault Twingo 3,61 m 1,64 m 1,54

 

Attenzione però, dati alla mano l’auto più piccola del mondo omologata per circolare su strada è stata assemblata in Texas nel 2012 da Austin Coulson (gli esperti del Guinness dei primati hanno misurato 1,26 m di lunghezza, 0,65 m di larghezza e 0,63 m di altezza). Ma questa è un'altra storia e ve la racconteremo in un prossimo articolo della serie "Auto da Record".

Piccola anche la produzione in serie

La marca Peel non è di certo nota alla massa. Parliamo di una casa automobilistica, la Peel Engineering Company - con sede nell'Isola di Man (ci troviamo nel Mar d'Irlanda) - che è stata attiva tra gli Anni '60 e '70, ma non ha avuto successo (sebbene nel 2010 si è tentato di rilanciarla).

La Peel P50 è stata disegnata dal fondatore della Peel stessa (Cyrill Cannel) ed è stata presentata al Salone dell'auto di Londra nel 1962. Ha tre ruote (una posteriore motrice e due anteriori), mentre il prototipo prima di lei (ne furono costruiti due) aveva le ruote invertite (una davanti e due dietro).

Foto - Prototipo Peel P50 1962
Prototipo Peel P50 (1962)
Foto - Peel P50
Peel P50

Il motore è un DKW monocilindrico raffreddato ad aria, da 50 cm3, che le permette di arrivare alla velocità massima di 61 Km/h. Gli interni sono più che spartani, sono ridotti all'osso, e naturalmente può salire a bordo solo il guidatore (senza cintura di sicurezza), che la può parcheggiare a mano.

La Peel P50 venne prodotta dal 1963 al 1964, ma dei 47 esemplari realizzati oggi ne rimangono solo 20. Un'ultima curiosità: essendo un'auto omologata per la strada, quando fu protagonista di Top Gear, Jeremy Clarkson la guidò nel traffico, ma non si limitò a questo. La fece entrare anche nella sede della BBC per far dimostrare che è talmente "portatile" da salire in ascensore.

Fotogallery: Foto - Peel P50