Si chiama "Project Courage" e prevede l'uso di un'auto elettrica a dimensione di bambino dentro un ospedale pediatrico. L'idea è di Honda che ha creato Shogo - così si chiama il minuscolo veicolo elettrico - per contribuire a creare un ambiente più familiare per i piccoli ricoverati presso la Children’s Health Orange County, una struttura ospedaliera negli Stati Uniti.

Sempre sotto il controllo di un adulto

Il mezzo è stato progettato dalla divisione americana del costruttore giapponese senza le porte e il tetto per facilitare l’accesso a bordo dei bambini.

Il volante controlla la direzionalità, oltre alla marcia avanti e indietro del veicolo, che è in grado di raggiungere gli 8 km/h di velocità massima. La barra di spinta posteriore offre spazio al supporto per l’asta porta flebo e consente a una persona adulta di spingere a mano i piccoli pazienti.

Secondo il progettista Randall Smock “ogni elemento dello Shogo è stato realizzato per soddisfare le diverse esigenze dei bambini, rendendo l’accesso e l’uscita il più facili possibili e costruendo un mezzo semplice da guidare, affinché l'intera esperienza a bordo possa dare loro un po’ di felicità”.

Tante iniziative

L’automobilina include un contenitore anteriore dove i piccoli ospiti possono mettere il loro peluche o giocattolo preferito, così come la targa posteriore può essere personalizzata con il nome di ciascuno di loro.

In Italia invece c'è stato di recente un altro progetto di beneficienza, sempre a favore dei bambini ricoverati in ospedale, realizzato da Hyundai in collaborazione con la società di calcio AS Roma e la onlus Roma Cares.

Fotogallery: Foto - Honda Shogo, l'automobilina elettrica per i bambini ricoverati in ospedale