Una Toyota è stata venduta all’asta per oltre 2,3 milioni di euro (più di una Bugatti Chiron). Nessun errore o banale sensazionalismo, perché quando si parla della 2000GT i record sono praticamente sempre dietro l’angolo.

Nel corso dell’asta tenutasi durante il Concorso d’Eleganza di Amelia Island, questa speciale Toyota ha rubato la scena stabilendo un primato assoluto tra tutte le giapponesi. Ma perché è così speciale?

Il progetto Toyota-Shelby

L’esemplare venduto per la cifra record è il primo in assoluto ad essere uscito dagli stabilimenti giapponesi. Dopo essere stata impiegata per fini promozionali, alla fine degli anni ’60 questa 2000GT fece il suo esordio nel motorsport americano grazie alla partnership tra Toyota e Shelby.

1967 Toyota-Shelby 2000GT

Messa a punto con numerose modifiche tecniche ed estetiche, il modello ottenne il quarto posto nel campionato SCCA del 1968 a cui presero parte anche Porsche e Triumph. Terminata l’esperienza in pista, la Toyota è passata di mano a due collezionisti, con l’ultimo che l’ha custodita gelosamente dal 1980 fino ai giorni nostri.

In questo tempo, la 2000GT si è esibita in diversi eventi, tra cui il Goodwood Festival of Speed e lo stesso Concorso d’Eleganza di Amelia Island.

Il sogno del Sol Levante

Progettata negli anni ’60, la 2000GT non fu concepita con lo scopo di vendere a tutti i costi. Semplicemente, Toyota voleva costruire un modello “manifesto”, un’auto che incarnasse tutto il suo potenziale sportivo e tecnologico. Così nacquero appena 351 2000GT, di cui solo 62 con la guida a sinistra.

1967 Toyota-Shelby 2000GT

Sviluppata insieme a Yamaha, la vettura puntava tutto su linee affascinanti e sull’esperienza di guida. Oltre alle forme inusuali per una Toyota dell’epoca, il modello poteva contare su un peso di appena 1,1 tonnellate, un’altezza di soli 1,19 metri e un abitacolo spostato quasi completamente sull’asse posteriore per gestire al meglio il bilanciamento dei pesi.

1967 Toyota-Shelby 2000GT
1967 Toyota-Shelby 2000GT

La giapponese sfrutta un 2.0 6 cilindri da 210 CV con doppio albero a camme in testa e cambio manuale a 5 rapporti. Inoltre, sono rimaste tutte le modifiche effettuate da Shelby, tra cui le sospensioni regolabili KONI, il sistema di raffreddamento per il differenziale e la livrea bianca e blu.

Con 2,53 milioni di dollari, la Toyota ha battuto il record detenuto da una Toyota Supra che nel 2019 fu venduta per 2,1 milioni di dollari per beneficenza ad un’asta di Barrett-Jackson.

Fotogallery: Foto - 1967 Toyota-Shelby 2000GT