Giusto ieri abbiamo visto le foto di una nuova Pagani. Niente nome, niente specifiche. Solo un cattivissimo posteriore e nulla più. Oggi sappiamo di cosa si tratta: Pagani Imola Roadster. Semplicemente la vettura a cielo aperto più potente della Casa. Sotto le sue forme si nasconde infatti il V12 biturbo di 6 litri da 850 CV e 1.100 Nm di coppia.

Una vera belva riservata non solo alla pista. Come la coupé infatti anche la Imola Roadster può liberamente circolare su strada. Se ne vedranno ben poche però. Sviluppata dal reparto Grandi Complicazioni - quelli riservato alle vetture più speciali di San Cesario sul Panaro - sarà prodotta in appena 8 unità. Il prezzo? Mistero. Considerando però che la Imola coupé costava 6 milioni di euro, l'assegno da staccare sarà ancora più corposo.

Punto d'incontro

La prima cosa da sottolineare della Pagani Imola Roadster è che non è una "semplice" Imola senza il tetto. A spiegarlo ci pensa Lorenzo Kerkoc, Head of Pagani Grandi Complicazioni "Inizialmente desideravamo creare una gemella a cielo aperto della Imola Coupé, la vettura celebrativa del leggendario circuito automobilistico presentata nel 2020. Poi abbiamo preso un’altra strada: abbiamo coniugato la sofisticata tecnologia della Huayra Roadster BC con i principi di design e aerodinamica insiti nella vettura da pista Huayra R. Il risultato è stato una Imola Roadster molto più evoluta e complessa".

Si tratta quindi a tutti gli effetti di una Huayra che, pur essendo andata ufficialmente in pensione per lasciare spazio alla Utopia, non smette di far sognare. 

Pagani Imola Roadster

Pagani Imola Roadster

Le linee si evolvono rispetto alla Imola Coupé, anche per via della presenza di un motore ben più potente che richiede maggior raffreddamento. Ecco quindi le prese d’aria frontali allargate e doppia uscita di scarico per l’aria calda, una nel passaruota e una ai lati del paraurti. Rimane poi l’airscoop in cima, per massimizzare l'aspirazione del monumentale V12.

Raffreddamento migliorato dunque, e aerodinamica ripensata per far raggiungere alla Pagani Imola Roadster i 600 kg di deportanza a 280 km/h. Tanto caro a Horacio Pagani si è seguito, come su ogni altra vettura dell'ingegnere argentino, il principio leonardesco di Arte e Scienza: un'auto bella da vedere e terribilmente efficace in ogni frangente. 

Le prestazioni

Grazie all'aerodinamica rivista e a soluzioni meccaniche come i quattro flap indipendenti, sospensioni a doppi bracci a triangolo indipendenti in lega di alluminio, molle elicoidali e ammortizzatori a controllo elettronico la Imola Roadster riesce a sfruttare al meglio il V12 biturbo sviluppato da Mercedes AMG.

Il dato sullo 0-100 non è stato comunicato, sappiamo però che la nuova nata della Casa tocca i 350 km/h di velocità massima, autolimitata. 

Gli interni

Per quanto riguarda gli interni la Pagani Imola Roadster segue lo stile tipico degli altri modelli: fibra di carbonio a vista, pelle, alluminio. Materiali ricercati a trasmettere eleganza e sportività. L'infotainment c'è ma non vuole rubare gli sguardi. 

Pagani Imola Roadster

Pagani Imola Roadster, gli interni

Naturalmente ognuno degli 8 fortunati che si porteranno a casa l'ultima nata in casa Pagani potrà personalizzarla a piacimento.  Sia mai che si rischi di avere una Imola Roadster uguale a quella del vicino di casa.

Fotogallery: Pagani Imola Roadster