Gusto nostalgico, divertimento vero: la piccola dello Scorpione graffia, e non solo nel sound

Cercate una sportiva piccola quanto esplosiva? Difficile non pensare alla Abarth 595. Un mezzo che, grazie ai sapienti tocchi di nostalgia, sa come conquistare sia i figli sia i padri. Vediamo allora perché comprarla e perché no, in questa gustosa versione Pista.

Pregi e difetti

Una 500 avvelenata, la Abarth 595. In senso buono, con tinte esclusive, spoiler, assetto. Da buon Scorpione, il veleno sta nella coda, con lo scarico Record Monza che fa brillare gli occhi degli appassionati anche da fermo. Il bagagliaio è quello (piccolo) della Fiat 500 così come l'abitabilità posteriore: il comfort – se di questo si può davvero parlare - è riservato a chi sta davanti. Il volante si regola solo in altezza, ma gli interni continuano ad essere ben confezionati, anche dal punto di vista della tecnologia, con il touchscreen alto che si vede bene ma è meno facile da azionare. Su strada è agile, maneggevole sempre. In città, oltre al raggio di sterzata migliorabile, bisogna fare i conti con un assetto decisamente rigido, che vi fa sentire qualsiasi buca. Ci si consola con la buona visibilità ma, soprattutto, con lo Scarico Record Monza, che fa diventare la guida di questa Abarth un'esperienza decisamente sensoriale (ascoltate il sound nel video per conferma). Specie se premete il tasto Sport, che fa diventare lo sterzo più consistente e il pedale del gas più pronto, con il motore che dà il meglio oltre i 3.000 giri ma non gradisce tirate al limitatore. La 595 trova subito l'appoggio in curva ed è agile e reattiva: volendo, si può escludere il controllo di trazione (non quello di stabilità). Il cambio si manovra bene e la frizione è leggera, ma ci sono solo cinque marce. Buono il feeeling con il pedale del freno, con i dischi forati sia all’anteriore che al posteriore morsi da pastiglie Brembo.

 

Leggi anche:

Quanto costa

La Pista è una 595, diciamo così, intermedia. Con 23.250 euro e 160 CV sta infatti tra la base da 145 CV (20.250 euro) e la Turismo da 165 CV da ben 24.000 euro. Volendo, si arriva fino a 27.000 per la Competizione da 180 CV, anello di congiunzione con il circuito. Per la C, con il tetto in tela, ci vogliono 2.000 euro in più. Il consumo? Considerando tutte le condizioni, la media generale è intorno ai 10-11 km/l. 

Fotogallery: Abarth 595, il restyling è arrivato