Abbiamo partecipato al primo round e-sports organizzato da Sant'Agata Bolognese sul circuito di Monza...dalla redazione

Terza, quarta, quinta marcia: la Lamborghini Huracan Evo GT3 esce dalla Parabolica. Dietro abbiamo due avversari pronti a prendermi la scia sul rettilineo d'arrivo. Uno di loro sbaglia, è fuori. L'altro, Fabrega, mi si mette in coda.

Ci teniamo larghi: sappiamo che proverà il sorpasso alla prima chicane di Monza. Abbiamo una chance: incrociare staccando leggermente prima.

Sensazioni di gara. Di una gara vera, o meglio di The Real Race, l'evento che ha organizzato Lamborghini su Assetto Corsa Competizione per entrare ufficialmente nel mondo degli e-sports.

Esperienza reale

Già, ma quanto c'è di reale in un evento virtuale? Molto a dirla tutta. Gli e-sports sono una realtà consolidata, una disciplina e non più un semplice gioco quando si tratta di sim-racing. Qui non si gioca: serve allenamento, conoscenza tecnica, ore e ore di guida, e perfino confrontarsi con i propri ingegneri.

E' il caso di piloti come Charles Leclerc, Valentino Rossi, Lando Norris, Max Verstappen, e di gare ufficiali, come anche l'ultima 24 ore di Le Mans virtuale organizzata proprio da Motorsport Network.

The Real Race

Ecco perchè quando Sant'Agata Bolognese ci ha invitati a questo evento, eravamo si emozionati, ma anche preoccupati. Serviva allenarsi, guidare, girare a lungo per trovare affinamento con la macchina, tempi ed un assetto che calzasse...il tutto al termine di una giornata in redazione!

Troppo ghiotta però l'opportunità di girare con i piloti Lamborghini Squadra Corse, con degli Youtuber professionisti delle quattro ruote, e perfino con piloti MotoGP.

Lamborghini The Real Race: Motor1.com in gara

Insomma, abbiamo raccolto la palla al balzo: 5 ore di allenamento complessive e via di qualifiche e gara. Il risultato? Una top ten sfiorata anche a causa di un incidente allo start (come potete vedere nel video), ed un testacoda del cinese La alla prima di Lesmo.

Testacoda che ha portato ad un tamponamento a catena, con secondi persi. Pazienza, ma la soddisfazione è stata quella di migliorarsi costantemente con il passo di gara, con l'assetto per assaporare sensazioni da "vero pilota virtuale".

Lamborghini The Real Race: Motor1.com in gara

Cosa comprare (in base al budget)

Il tutto, con una postazione professionale che, complessivamente, ha un costo di alcune migliaia di euro. Un costo certamente non irrisorio, ma comunque scalabile. Ed allora, ecco uno spettro di scelte per poter iniziare a vivere il mondo del sim racing.

Abbiamo selezionato alcuni modelli di volanti, pedaliere, monitor e sedute, senza però addentrarci troppo nelle variabili che comunque, possono far variare il prezzo.  

Naturalmente questi sono solo suggerimenti. Nei commenti o sui nostri canali social scriveteci e inviateci le foto delle vostre postazioni di simulazione.

Volanti e pedaliere

- Logitech G29

- Thrustmaster T300

- Fanatec CSL Elite

Sedili

Playseat portable

Sparco Set cockpit evolve

Monitor

MSI Optix G241VC

Samsung C27F396

Acer Nitro EI491CRPbmiiipx

Fotogallery: Lamborghini The Real Race: Motor1.com in gara