Skoda Yeti 2014: simpatica, pratica e anche double face [VIDEO]

La Skoda Yeti non ha bisogno di presentazioni. Il SUV ceco è sul mercato da 5 anni e si è ritagliato nel segmento una buon numero di estimatori grazie alla simpatia del look e alla qualità generale del progetto. Con il nuovo anno è arrivato nelle concessionarie il primo restyling del modello che è leggero perchè il design della Yeti è ancora molto attuale, ma utile per rilanciare la sfida nell’unico segmento di mercato che non sente la crisi. E allora la Yeti si sdoppia, letteralmente, in due configurazioni per piacere a clienti dai gusti e dalle esigenze diverse.

CITTA’ O TEMPO LIBERO?

Urban e Outdoor. Si chiamano così, ed è facile capire qual è la loro caratterizzazione. La prima è quella con la carrozzeria più elegante, pensata - dicono in Skoda - per un uso cittadino in una logica di crossover. Ma questa sobrietà le fa perdere un po’ di carattere, fermo restando la forma molto personale della carrozzeria con quel vetro posteriore collegato al lunotto e il tetto che sembra appoggiato sull’abitacolo. La Yeti Outdoor si prende la rivincita grazie agli elementi stilistici che dichiarano le sue ambizioni fuoristradistiche, vere o presunte (la trazione integrale non c’è su tutte le versioni). Ma a prescindere dall’allestimento, il facelift introduce sulla Yeti le ormai immancabili luci diurne a LED che modificano radicalmente lo sguardo frontale del modello, ma anche la personalità della coda (i LED posteriori sono optional a 160 euro). Poi ci sono altri affinamenti di dettaglio ...