Nuova Subaru XV, il crossover ritorna fuoristrada

Crossover sì, ma diverso degli altri; così si potrebbe, sinteticamente, definire la nuova Subaru XV che nasce dalla piattaforma globale del marchio delle Pleiadi, la stessa su cui poggia anche la nuova Impreza e che a suo modo ristabilisce un po' di equilibrio nel mondo delle "berline rialzate" spostando decisamente il peso verso le attitudini off-road e riconsegnando ai crossover parte della loro natura fuoristradista.

Com'è

Esteticamente non fa girare la testa, nel senso che non si distingue più di tanto dal resto delle auto della sua categoria: due volumi, una lunghezza che non supera i quattro metri e mezzo, ma con un'altezza da terra di 22 centimetri. Per il resto in Subaru hanno voluto giocare sul contrasto fra concretezza e sportività, "ornando" un design basso e largo (Wide&Low) con elementi più filanti come i gruppi fari allungati sia all'anteriore sia al posteriore. All'interno, diversamente da quanto accade per molte colleghe giapponesi, l'ambiente è piacevole, ben definito, austero sì, ma accogliente e con una visibilità invidiabile. Anche il sistema di infotainment non lascia spazio a molte critiche integrando ora anche Apple CarPlay e Android auto. Magari, ci sarebbe voluta un po' più di razionalità nel sistemare alcuni comandi, ma nel complesso tutto è abbastanza a portata di mano e, soprattutto, a portata d'occhio con ben due schermi centrali che rimandano tutte le info sia di servizio sia di intrattenimento, oltre a un piccolo display LCD fra i due indica...