Volkswagen Arteon, la prova della berlina a tetto spiovente

Coupé nello stile, berlina nello spazio, gran turismo nella vocazione. Volkswagen Arteon, un'altra delle figlie della miracolosa piattaforma MQB sulla quale (per dire) è basata anche la nuova Polo, misura 4,862 metri di lunghezza ed offre cinque posti oltre ad un bagagliaio particolarmente generoso. Ma, soprattutto, almeno in Italia, è un modello che ha quasi tutto ciò che conta di serie. È la nuova ambasciatrice tecnologica del marchio sulla quale il colosso di Wolfsburg propone alcune soluzioni ancora inedite per il gruppo.


Com'è


L'ambizione di Arteon è premium. Esteticamente è un modello riuscito bene, erede della CC, pensato e sviluppato in Germania, dove verrà anche prodotto. Dopo il debutto europeo arriverà anche sugli altri mercati, a cominciare da quello americano e cinese. Nel Regno di Mezzo si chiamerà peraltro Phideon ed avrà caratteristiche leggermente diverse. La berlina a tetto spiovente deve far dimenticare Phaeton, in attesa della (molto futura) prossima ammiraglia, verosimilmente a zero emissioni. È una Volkswagen "diversa", di quelle che incuriosisce la gente, perfino in Italia dove una importante testata tedesca l'ha guidata per qualche giorno suscitando l'interesse degli automobilisti. È una gran turismo da 2,841 metri di passo che con il facelift al quale Volkswagen sta già lavorando avrà anche una declinazione shooting brake. Il vano bagagli ha u...