Lo slancio di una sportiva, ma con qualche comodità in più: ecco i pregi e i difetti di queste berline un po' speciali

Coupé o berlina? Per anni gli indecisi hanno dovuto scegliere tra più sportività o maggiore comodità, ma ultimamente chi preferisce dare "un colpo al cerchio e uno alla botte" ha una scelta molto ampia tra modelli e versioni che in passato non esistevano affatto. 

Le coupé a 4 porte sono contraddistinte da una linea molto filante e un posteriore spiovente, un lunotto molto inclinato e un padiglione che si abbassa di netto in corrispondenza dei posti dietro (che restano 3 o in alcuni casi, 2), proprio una coupé, ma con due porte in più. In questo modo l'accesso posteriore è facilita, ma l'anima sportiva rimane molto spiccata.

La prima aveva la Stella

L'espressione "Coupé a 4 porte" è stata usata qualche volta per definire berline dalla linea particolarmente filante e dinamica, come nel caso della prima Volvo S60, ma mai in modo ufficiale. Almeno fino al Salone di Ginevra del 2003, che ha tenuto a battesimo la prima generazione di Mercedes CLS, un modello completamente inedito che si posizionava proprio a metà strada tra la Classe E e la CLK.

Fotogallery: Mercedes CLS 260

La concorrenza si è fatta attendere un po', ma poi è esplosa: BMW ha risposto inserendo nella gamma della Serie 6 il modello chiamato Gran Coupé, caratterizzato appunto dall'aggiunta delle porte posteriori, replicando poi l'esperimento con la Serie 4 Gran Coupé e più di recente, anche con la rediviva Serie 8 e con la compatta Serie 2. Quest'ultima è la risposta diretta alla Mercedes CLA, lanciata da Mercedes nel 2013.

Fotogallery: BMW M8 Gran Coupé, la prova

Un anno prima Volkswagen ha proposto con lo stesso principio la Passat CC, modello derivato dalla popolare media, ma con una linea assai personale, la cui sigla era l'acronimo di "Coupé Comfort", piuttosto veritiero visto che si distingueva più per l'insonorizzazione e la qualità di vita a bordo che non per il dinamismo puro. Successivamente ribattezzata semplicemente CC, oggi è stata sostituita dalla Arteon.

Fotogallery: Volkswagen Arteon R

Discorso leggermente diverso per Audi, che ha cercato di distinguersi proponendo le A5 e A7 Sportback, della filosofia siile ma dotate di una sorta di mezzo portellone che incorpora il lunotto e rende quindi il carico un po' più agevole. Medesima soluzione per la Mercedes-AMG GT Coupé 4.

Fotogallery: Audi A5 Sportback 2021

Il compromesso

La coupé a 4 porte è una vera e propria via di mezzo, ma con qualche rinuncia. Più lunga di una coupé normale e dunque anche più pesante, questa variante porta in dote una linea del tetto che costringe comunque ad abbassarsi per accomodarsi dietro, dove lo spazio per la testa è ovviamente più limitato che su una berlina di dimensioni analoghe, come del resto il vano di carico.

Le prestazioni sono però leggermente migliori rispetto a una classica 4 porte, per via di un'impostazione sportiva, una linea più bassa e sospensioni dalla messa a pinto specifica.

Modello

BMW 440i

Coupé

xDrive

Sport

BMW 440i

Gran Coupé

xDrive

Sport

BMW

340i

xDrive

Sport

Mercedes

E Coupé

400 d 4Matic Premium

Mercedes

CLS

400 d 4Matic Premium

Mercedes

E

400 d 4Matic Premium

Lunghezza 464 cm 464 cm 463 cm 483 cm 500 cm 492 cm
Passo 281 cm 281 cm 281 cm 287 cm 294 cm 294 cm
Bagagliaio 445 litri 480 litri 480 litri 425 litri 490 litri 540 litri
Peso 1.700 kg 1.615 kg 1.690 kg 1.925 kg 1.935 kg 1.980 kg
Velocità 250 km/h 250 km/h 250 km/h 250 km/h 250 km/h 250 km/h
Acc. 0-100 km/h 4,9 secondi 5 secondi 4,9 secondi 7 secondi 5 secondi 4,9 secondi
Consumo 7 l/100 km 7,8 l/100 km 7,7 l/100 km 5,6 l/100 km 5,7 l/100 km 5,7 l/100 km
Prezzo 62.550 euro 66.350 euro 59.550 euro 74.830 euro 96.240 euro 75.180 euro

I pregi

  • Immagine sportiva, ma elegante
  • Accessibilità posteriore migliore di una coupé
  • Buon compromesso tra comfort e dinamismo

I difetti

  • Ingombri maggiori di una coupé
  • Carico e praticità inferiori a una berlina
  • Prezzo elevato