Nuova Mercedes CLS, dinamismo "a la carte"

"Rubare" clienti alla concorrenza: il compito affidato da Mercedes alla CLS è di quelli delicati. E se la prima generazione è riuscita nell'intento, con il 60% degli acquirenti provenienti da Marchi diversi, la seconda si appresta alla sfida carica di novità. Tecnologia, motori, trasmissione, dotazioni di sicurezza e temperamento: i tecnici della Stella non hanno trascurato nulla nell'evoluzione della loro coupé a quattro porte e quattro posti. Le consegne iniziano a gennaio, i prezzi partono da 69.960 euro per la 350 CDI, da 74.928 euro per la 350 V6 a benzina.

EVOLUZIONE VINCENTE

Per affermarsi, in questo segmento, un'auto all'avanguardia non basta: ci vuole un'auto "bella". Lo dicono le indagini di mercato: nel 64% dei casi, la motivazione d'acquisto della prima CLS è stata il design. Ecco perché il management della Casa di Stoccarda ha messo in competizione i suoi Centri di Design sparsi per il mondo. Ognuno doveva proporre un progetto, ma solo uno avrebbe visto le catene di montaggio. Il risultato? Innegabilmente CLS: il profilo ad arco che inizia dal montante anteriore e termina in coda rimane il tratto distintivo della 4 porte della Stella. La tradizione è rispettata, tuttavia, qua è là, si rilevano anche "innesti" di SLS, la supersportiva con le portiere ad "Ali di Gabbiano": il muso, per esempio, è ora più affilato, con la mascherina prominente che solca il cofano motore.

BUSINESS CLASS

Non tragga in inganno la linea sportiva: il DNA Mercedes, fatto di comfort e attenzi...