Dalla presentazione a sorpresa nel 2003 ai giorni nostri attraverso 3 generazioni

Oggi le berline filanti, con coda affusolata e finestrini privi di cornice, iniziano a essere diffuse, ma nel 2004, quando ha debuttato, la Mercedes CLS era davvero qualcosa di completamente nuovo.

E almeno all'inizio, insieme alla curiosità, ha suscitato anche qualche perplessità: il mondo aveva davvero bisogno di un'auto del genere? C'era spazio per un'altra nicchia in un mercato già affollato di proposte?

Un nuovo segmento che è piaciuto

Ora sappiamo che la risposta è sì: Mercedes aveva visto giusto ancora una volta e la nicchia delle cosiddette "coupé a 4 porte" è diventata anche più grande di quanto pensassimo, spingendo vari costruttori, e neanche tutti premium, a seguire l'esempio.

Intanto, dall'introduzione di quella prima generazione, in poco più di 15 anni sono state vendute oltre 450.000 CLS: nel 2020 il primo mercato mondiale è stato quello cinese, seguito da Corea del Sud, Stati Uniti e Germania. 

Il design è la sua forza

Su cosa piaccia di più della CLS ci sono pochi dubbi: il principale motivo dell'acquisto, quello citato più di frequente dai clienti, rimane il design. Per questo, anche l'attuale terza generazione, il cui restyling di metà carriera è appena stato svelato, si è rinfrescata senza cambiare troppo.

E proprio l'aggiornamento ci offre la gradita occasione per ripercorrere la storia del modello attraverso una dozzina delle immagini più significative.