Dacia Duster: nuovo motore, stessa filosofia

Dacia cresce, ormai da anni, e non vuole smettere di farlo. A ottobre di quest'anno ha fatto registrare un impressionante +15% rispetto allo stesso mese di un anno fa, ma guai ad accontentarsi. E infatti in Dacia non si accontentano: ecco perché su Duster, Dokker e Lodgy debutta il motore 1.6 Euro 6 alimentato a GPL. 115 CV per la prima, 100 per le altre due. Si tratta di un propulsore diverso rispetto all'1.6 Euro 5 di prima: completamente realizzato in alluminio, è dotato anche di stop&start.


Com'è fatta


La prima domanda che bisognerebbe porsi, quando si valuta l'acquisto di un'auto, è relativa ai chilometri che si percorrono ogni anno. Da questo numero, infatti, dipende una scelta molto importante, cioè quella legata all'alimentazione. Bene, nel caso della Duster a GPL, già con 10.000 km all'anno si recupera la maggior spesa iniziale: una quota molto bassa, in virtù dei soli 500 euro in più della Duster a gas (disponibile solo con trazione anteriore) rispetto a quella con motore a sola benzina: 12.700 euro contro 12.200 per la versione Ambiance. Per il resto, la Duster a doppia alimentazione si distingue da quella "normale" solo per il classico indicatore del livello del serbatoio del GPL posizionato accanto alla leva del cambio. Si ritrova dunque tutto il buono e il meno buono che già si conosce: la posizione di guida è un tuffo negli anni Novanta, con la seduta alta (e non perché l'auto ha un ...