Il ghiaccio può compromettere la sicurezza (e le tasche) di chi non sta attento. Ecco come evitare di ritrovarsi in spiacevoli situazioni

Abbiamo visto cosa bisogna fare nel caso la mattina ci si svegli e si trovi i cristalli e il parabrezza ghiacciati, oppure come è meglio preservare il gasolio nei condotti in caso di temperature basse. Le conseguenze del gelo, però, non finiscono qui: da un lato è il radiatore e il liquido di raffreddamento che possono soffrirne, dall’altro, meno grave ma comunque fastidioso, il liquido lavavetri che, banalmente, si può congelare.

Lavavetro gelato, visibilità a rischio: ecco cosa fare

Iniziamo con l’inconveniente di ritrovarsi con gli augelli, i condotti e, nel peggiore dei casi, anche la vaschetta del liquido lavavetri ghiacciato. In questo caso, la soluzione migliore per evitare danni - lasciate perdere l’acqua bollente - è accendere il motore e lasciare il calore ammorbidisca e inizi a sciogliere il ghiaccio.

Dopo un po' si aziona il tergicristallo e così la pressione dell’acqua dovrebbe eliminare i “tappi” di ghiaccio. La cosa migliore è usare uno spray Elimina Ghiaccio per ammorbidirli precedentemente.

Qualcosa di fastidioso, insomma, specie da dover ripetere ogni volta che la temperatura va sotto zero. Ecco perché la prevenzione conviene e a quel punto bisogna puntare su un liquido lavavetro antigelo. Ne esistono di vari tipi, resistenti a varie temperature, come -20° o addirittura -70°.

Ce ne sono altri che però vanno oltre: alcuni hanno una formula che garantisce un’azione sgrassante, così che è anche più facile rimuovere le tracce resistenti come quelle degli insetti, non lasciano aloni e poi proteggono vernice, gomma e plastica. Non finisce qui, perché possono anche prevenire la formazione del calcare negli spruzzatori.

Lavavetri

Istruzioni? Una sola, che più semplice non si può: versare il liquido, che è già pronto all’uso, nella vaschetta del lavavetro.

Lavavetri
Lavavetri

 

Liquido antigelo per radiatore: a ciascuno il suo

Ben più seria è la questione che riguarda il radiatore e il liquido di raffreddamento che, in caso di gelata, rischia di “raffreddarsi” troppo, specie se, per motivi di fretta o di natura economica, è stato diluito troppo con semplice acqua. In questo caso i danni possono essere seri e, chiaramente, ciò che si era risparmiato lo si deve spendere per le riparazioni. Si ovvia al problema utilizzato un liquido per radiatore con proprietà antigelo.

L’efficacia di un liquido protettivo per radiatori dipende dalla percentuale in cui viene miscelato con l’acqua. Un 20% del Rolin Rosso di Arexons, per esempio, preserva da un congelamento a -9° e da un’ebollizione a 118°. Col 30% i valori variano a -16° e 120°, con i 40% a -25° e 122°. Il meglio di sé lo dà ad una percentuale del 51%: in questo modo la temperatura minima alla quale resiste è -39° e la massima a 125%.

Liquido radiatore

Prima di tutto, è bene tenere il motore spento. Detto questo, bisogna svuotare il circuito: serve un contenitore dove raccogliere il liquido rimasto una volta svitato il tappo del radiatore. 

Liquido radiatore

Volendo, in base al diametro del tappo, a questo punto ci si può servire di un imbuto per effettuare la sostituzione. Insomma, niente di complicato, ma per assicurarsi di fare le proporzioni giuste e anche per smaltire il precedente liquido del radiatore, è comodo anche farsi aiutare da un meccanico. In questo caso l’unica accortezza che resta è quella di scegliere una marca affidabile.

Occhio ai colori

È importante sapere però che i liquidi per radiatore non sono tutti uguali: il Rolin Rosso di Arexons, quello che abbiamo usato, è specifico per radiatori in alluminio. Non solo funziona come antigelo, ma scongiura anche il pericolo ebollizione e ha anche un ruolo attivo contro gli effetti corrosivi, contro la ruggine e contro le incrostazioni in generale e questo perché, grazie alla sua componente oleosa, tende a pulire i condotti.

Come dicevamo, i liquidi antigelo per radiatore sono diversi tra loro (il video qui sotto aiuta a fare un po' di chiarezza). A questi viene convenzionalmente associato un colore e bisogna stare attenti a non miscelare tra loro le varie colorazioni, tanto che sul libretto di istruzioni è indicato quale liquido è adatto al proprio motore.

Liquidi lavavetri e radiatore

Ci sono per esempio quelli pensati espressamente per le auto ibride, come il Rolin Hybrid Cars, oppure progettati espressamente per i radiatori in alluminio (Rolin Giallo) o ancora specifici per i motori di ultima generazione con un’alta componente elettronica (Rolin Glitech 1.13).

'

L’ultimo della famiglia è il Rolin Blu, che è antigelo, antiebollizione, anticorrosivo, antischiuma e anticalcare, e lubrifica anche la pompa dell’acqua. Grazie a questa sua natura pluristagionale, Arexons lo raccomanda a chi possiede mezzi pesanti, trattori e macchine movimento terra.

Per la realizzazione di questo contenuto abbiamo utilizzato i Liquidi Lavavetri e i Liquidi Radiatore di Arexons

Advertorial

Fotogallery: Liquidi auto, come evitare il congelamento