Il modulo di constatazione amichevole di incidente, meglio noto come CID, serve a rendere più semplici e veloci le procedure di risarcimento per i conducenti di veicoli coinvolti in un sinistro.

Accenniamo a quel modello prestampato che chiunque ha (o dovrebbe avere) nel cassetto portaoggetti dell’auto o nel bauletto dello scooter, modello che, da qualche tempo, è disponibile e fruibile anche in forma elettronica su app come Assisto. 

Cos’è e a che serve Assisto

Assisto è un’app per smartphone Android e iPhone, disponibile al download gratuitamente su Google Play Store e App Store. Come anticipato, serve ad assistere il conducente di un'auto o di altri veicoli nella presentazione alla propri assicurazione di sinistri e furti.

Attualmente funziona in Italia e in altri 41, è disponibile in italiano e in altre 14 lingue, è fruibile su uno o più smartphone. Insomma, può tornare utile in varie situazioni, sia che ci si trovi sul territorio nazionale, sia in caso di sinistri oltreconfine, qualora supportato dalla propria assicurazione (per questo è bene contattare il servizio d'assistenza dell'app).

Per rendere il più semplice possibile compilare una constatazione amichevole di un sinistro Assisto utilizza il modulo ufficiale di Constatazione Europea di Incidente, a cui si aggiungono le funzioni di geolocalizzazione, la possibilità di allegare fotografie, disegni indicativi del sinistro e altro ancora.

Come funziona

Una volta installato, Assisto si presenta con una breve panoramica introduttiva sulle proprie funzioni di base. L’interfaccia dell’app è molto semplice e intuitiva da usare, con tre sezioni principali su cui far riferimento: “Contestazioni”, “Profilo” e “Assistenza”.

Nella prima area l’utente può aprire una contestazione toccando il pulsante “+” in fondo a sinistra; da “Profilo” è invece possibile aggiungere le informazioni personali e sui veicoli manualmente o importando i dati scansionando un codice QR.

Volendo, l’utente può servirsi inoltre della scorciatoia per chiamare il 112 dalla sezione “Assistenza”, o dare un’occhiata alle FAQ, alla liberatoria o al servizio clienti, dal menù delle impostazioni accessibile tramite l’icona a tre puntini in alto a destra.

Immagine 1 app Assisto

Come constatare un sinistro

Nonostante la semplicità d’uso che contraddistingue Assisto, prima di utilizzare l’app in una situazione reale è consigliabile provare a eseguire una constatazione accedendo all’area relativa.

L’utente viene guidato passo passo nella compilazione, dalle informazioni comuni in caso d’incidente con un altro veicolo, alla presenza di feriti o testimoni, passando per i danni materiali, le circostanze e altre informazioni utili ai fini della constatazione.

Immagine 2 app Assisto

Una volta completato il tutto, prima della finalizzazione effettiva, l’app invita a ultimare la dichiarazione disegnando un abbozzo dell’incidente e inserendo una firma (o due in caso di più parti coinvolte), dichiarazione che viene inviata automaticamente all'assicurazione e all'utente stesso in PDF, recapitata tramite email e condivisibile anche dall’app.

Immagine 3 app Assisto

I passaggi da ricordare

  • Inserire nell'app le informazioni personali, quelle sul/i proprio/i veicolo/i e sulla patente di guida
  • Aprire una nuova constatazione toccando l'icona "+" dalla pagina "Contestazioni"
  • Scegliere il tipo di incidente
  • Completare e confermare le sezione comune alle parti (se il sinistro coinvolge due o più parti)
  • Completare e confermare le informazioni relative al veicolo/conducente A (e B)
  • Abbozzare un disegno indicativo del sinistro (opzionale)
  • Firmare e finalizzare quanto dichiarato
  • La consegna alle rispettive assicurazioni e parti è automatica