E' la Golf a metano che consuma 3,5 kg/100 km. In Italia in autunno insieme alla versione Variant TGI

Si scrive TGI si legge metano. E' questa la nuova sigla che distingue le Volkswagen a doppia alimentazione benzina/gas naturale e che sostituisce la precedente denominazione "EcoFuel". La prima rappresentante è la Volkswagen Golf TGI BlueMotion che il costruttore tedesco ha presentato all'83esimo Salone di Ginevra e che sul mercato arriverà alla fine dell’estate nella classica versione due volumi e in autunno nella versione wagom Variant ad un prezzo di listino che verrà ufficializzato in prossimità del lancio.

3,5 KG/100 KM

La Golf TGI BlueMotion monta un il motore 1.4 TSI con 110 CV di potenza e 200 Nm di coppia massima. Questo propulsore sovralimentato consente di raggiungere un'autonomia di 420 km per la versione con cambio manuale a 6 rapporti in modalità di funzionamento a metano, con un consumo nel ciclo combinato di 3,5 kg/100 km a fronte di emissioni di CO2 pari a 94 g/km. Con alimentazione benzina, l’autonomia raggiunge i 940 km circa, per consumo pari a 5,3 l/100 km. Riempiendo completamente i due serbatoi per il gas metano alloggiati sotto il pianale per un totale di 15 kg di gas e il serbatoio della benzina da 50 litri, la Golf TGI BlueMotion raggiunge un’autonomia teorica di 1.360 km con un pieno di carburante. Con il cambio a doppia frizione DSG a 7 rapporti il consumo scende a 3,4 kg/100 km di metano, equivalenti a 5 l/100 km di benzina ed emissioni di CO2 pari a 92 g/km. Pur essendo parca nei consumi, la Golf TGI BlueMotion garantisce prestazioni più che buone: passa infatti da 0 a 100 km/h in 10,7 secondi e può raggiungere una velocità massima di 194 km/h.

TRE ALLESTIMENTI

La dotazione di serie specifica della Golf TGI BlueMotion cinque porte, disponibile negli allestimenti Trendline, Comfortline e Highline, comprende tra gli equipaggiamenti principali due indicatori livello carburante (funzionamento a gas metano e benzina) che informano sulla modalità di alimentazione attiva. Sotto lo sportellino del serbatoio oltre al bocchettone per il rifornimento di benzina c’è anche il connettore integrato per il pieno di metano. Sulla Golf TGI BlueMotion il terminale dell'impianto di scarico, particolarmente corto, è specifico per questa vettura e non risulta visibile: è collocato infatti davanti all’asse posteriore. Come per la Golf TDI BlueMotion, anche la Golf TGI BlueMotion, per ragioni legate al contenimento del consumo è disponibile con combinazioni cerchi/pneumatici non superiori ai 16 pollici.

Volkswagen Golf a metano: prezzo promo da 18.500 euro

Foto di: Eleonora Lilli