Ispirato alla G 500 4x4², questa elaborazione fa apparire la fuoristrada giapponese ancora più tosta e grintosa

Non è certo la personalità a mancare alla Suzuki Jimny Black Bison Edition, un tuning messo a punto dal preparatore giapponese Wald che rende ancora più “maschio” e deciso il look della piccola fuoristrada. L’ispirazione del resto arriva dalla Mercedes G 500 4x4², auto per “duri” come poche altre ce n’erano in vendita, a cui la Wald si è rifatta per gli sporgenti archi passaruota non in tinta con la carrozzeria ed i pneumatici per il fuoristrada di taglia XL, due chiari biglietti da visita per gli amanti dell’offroad più impegnativo.

Fuoristrada non teme rivali

La somiglianza con la G 500 4x4² si ritrova anche nel frontale, dove la Wald ha ridisegnato il paraurti e la mascherina: il fascione “perde” i fendinebbia e guadagna un aspetto più elaborato, grazie alla parte centrale assottigliata, mentre al posto della classica griglia a listelli verticali (tipica delle fuoristrada Suzuki) c’è una mascherina rettangolare del tutto simile alla G 500 4x4². Sul cofano è presente inoltre una grande presa d’aria, utile per far respirare meglio il motore quando lo si “spreme” a lungo. La rifinitura opaca del cofano serve ad evitare fastidiosi riflessi guidando fuoristrada.

In Giappone le Jimny sono due

La Black Bison Edition è dotata inoltre di una grossa ala posteriore e di una copertura dedicata per la ruota di scorta, personalizzata dalla Wald con il logo dell’ala. Il kit sarà disponibile inizialmente per il Giappone, dove la Jimny è venduta in due versioni: la “base” ha un motore a tre cilindri turbo da 660 cc e la Jimny Sierra (quella che arriva anche in Europa) adotta il quattro cilindri aspirato da 1.5 litri.

Suzuki Jimny Black Bison Edition