Avrà V8 centrale da circa 460 cavalli

Dal 1953 a oggi la Chevrolet Corvette è cambiata nelle forme, nelle prestazioni, nella meccanica; ovunque. Tranne che per un aspetto: il motore sistemato in posizione anteriore. Il 2019 sarà ricordato per la grande e forse più rivoluzionaria novità per la sportiva a stelle e strisce: lo spostamento del motore in posizione centrale. Nell’attesa di sapere come reagiranno gli appassionati, guardiamoci le prime foto ufficiali (ma con ancora pesanti camuffamenti) dell’ottava generazione della “Vette”, in arrivo il prossimo 18 giugno.

Muso più corto

Diciamo che le immagini non vengono in nostro aiuto nell’indovinare l’aspetto definitivo della nuova Corvette, ma un elemento spicca su tutti: il cofano più corto. Bella forza: il V8 ha traslocato e l’anteriore può quindi essere più raccolto. Sembra invece allungarsi la coda che sfoggia un piccolo alettone.

Le forme generali sembrano ancora spigolose, con il muso ancora più appuntito rispetto alla generazione attuale. C’è però da considerare che sotto la pellicola bianca e nera sono ancora sistemati pannelli di plastica che falsano la percezione delle linee della Corvette C8.

C8 Corvette Announcement New York

Si inizia con “poco”

Naturalmente la parte più interessante riguarda la meccanica che, grazie al trasloco del motore, ne guadagnerà con una migliore distribuzione dei pesi rispetto al passato. A proposito di motore – manco a dirlo un V8 rigorosamente aspirato – secondo i ben informati si inizierà con un 6,3 litri da 460 CV, per poi salire (anche vertiginosamente) di potenza.

Voci parlano di potenze fino a 1.000 CV, ottenuti grazie al passaggio all’elettrificazione. Anche un mito come la Chevrolet Corvette infatti sembra pronta ad adottare uno (o più) motori elettrici ad affiancare l’endotermico, per garantire prestazioni da urlo.

Fotogallery: Nuova Chevrolet Corvette, le prime foto ufficiali (camuffate)