Secondo la più recente classifica dei 100 marchi di maggior valore stilata periodicamente dall’autorevole magazine economico statunitense Forbes, malgrado gli sforzi nella direzione della mobilità green, i marchi automotive perdono terreno.

La graduatoria analizza moltissimi aspetti, iniziando dalle performance commerciali fino all’attività di marketing e prende in considerazione solo le aziende presenti sul mercato nordamericano, motivo per il quale non si tratta di una vera e propria classifica globale.

Toyota il primo brand automobilistico, Volkswagen in fondo

Tuttavia, vista la sensibilità del pubblico americano a tematiche ambientalistiche, era legittimo aspettarsi che i piani di elettrificazione (come pure i progressi nel campo della sicurezza e la spinta verso la guida autonoma) consolidassero e rafforzassero l’immagine dei costruttori più attivi in questo ambito.

Toyota è l'unico brand automobilistico a rientrare nella top 10 resistendo all’escalation dei colossi della tecnologia, dei social e dell’e-commerce come Apple, Google, Facebook e Amazon. Una nona posizione difesa con una certa continuità negli ultimi anni.

Auto elettriche, la svolta green non fa crescere i brand

Le altre case automobilistiche invece, pur avendo guadagnato qua e là qualche punto nella stima del “brand value”, hanno tutte perso posizioni. Clamoroso il caso di Volkswagen (90° nella graduatoria del 2018) che, nonostante abbia avviato uno dei programmi più ambiziosi sull’elettrico, è addirittura uscita dalla top 100.

I marchi automotive nella top 100 “The World's Most Valuable Brands” di Forbes

Brand Posizione nel 2018 Posizione nel 2019 Valore in miliardi di $ Variazione dal 2018
Toyota 44,6 +0%
Mercedes-Benz 13° 18° 33,2 -3%
BMW 20° 21° 29,8 -5%
Honda 24° 28° 25,8 +1%
Audi 37° 41° 14,2 -4%
Ford 42° 48° 13,0 -8%
Porsche 58° 62° 11,0 +1%
Chevrolet 56° 63° 10,7 -7%
Lexus 69° 72° 9,6

+1%

Nissan 70° 81° 8.9

-6%

Hyundai 75° 94° 8,1

-8%

 

Fotogallery: Le 10 auto elettriche più vendute al mondo nel 2018