Tornano il tasso zero e l’anticipo zero con rata da 129 euro al mese per una Panda Easy

La Fiat Panda è l’auto più venduta in Italia e Fiat gioca d’attacco con l’opzione Zero più Zero: tornano gli interessi zero a l’anticipo zero, pagando solo le spese vive. Vediamo cosa significa sul modello d’accesso, la Panda Easy 1.2 69 CV benzina omologata Euro 6d Temp.

Intanto il listino è ribassato da 12.550 a 10.117 euro; poi non c’è da versare anticipo, ma 60 rate mensili da 129 euro (TAN 0%, TAEG 2,34%), più una maxi rata finale di 3.145,44 euro con una percorrenza massima di 75.000 km, e 0,05 euro in più al chilometro in caso di esubero.

Vantaggi

Con un tasso d’interesse a zero e l’assenza di anticipo, spalmando le spese sulle rate e sul valore finale, l’offerta risulta particolarmente vantaggiosa, volendo dilazionare molto la spesa mensile per un’auto nuova, con una rata tra le più basse del mercato distribuita su 5 anni. La Easy dell’offerta prevede formalmente come accessori la radio e il climatizzatore, e la Panda in quanto tale, nella sua semplicità e diffusione, è sempre un assegno circolare.

Svantaggi

Solo alcuni dettagli da prendere in considerazione, come l’assenza nell’esempio degli importi di IPT e PFU; considerando costi per finanziamento e servizi, l’importo da pagare in più rispetto al listino scontato dovrebbe aggirarsi sugli 800 euro, che, anche se dilazionati, si mangiano un po’ dello sconto iniziale. L’unica vera incognita, però, è la disponibilità di una versione base senza accessori: è molto probabile che le vetture proposte costino un po’ di più della Easy dell’esempio.

Fotogallery: Fiat Panda 2017