Il modello base si può acquistare senza anticipo e con tre euro al giorno per 60 mesi, più una rata finale inferiore ai 3.000 euro

Se Dacia, prima regina del low cost, è oggi più orientata verso il value for money, esistono ancora delle vetture essenziali che si comprano a prezzi molto bassi: è il caso dell’offerta fino al 31 ottobre sulla Sandero Streetway Access con il 1.0 SCe da 75 CV.

La pubblicità sostiene che si può comprare senza anticipo con 3 euro al giorno, o 90 euro al mese: il listino di partenza infatti scende a 6.500 euro, al quale bisogna aggiungere circa 750 euro di finanziamento protetto e spese apertura pratica, più qualche altra piccola spesa, tutti compresi nelle 60 rate di 90,27 euro (TAN 4,99%, TAEG 7,6%). C’è poi una rata finale di 2.812 euro per un massimo di 50.000 km, e 0,10 euro per ogni chilometro in più.

Vantaggi

La Sandero, pur con parti ormai scomparse dalle attuali Renault di segmento B, è comunque una vettura a 5 posti di oltre 4 metri, buon bagagliaio e buona sfruttabilità, estremamente economica nella gestione. Il listino scende già di circa 1.100 euro con gli sconti, e la rata di 90 euro al mese è una delle più basse in assoluto sul mercato; in 60 mesi c’è anche il tempo di accumulare l’importo per il riscatto dell’auto in un’unica soluzione. Per chi vuole una vettura nuova concreta ed economica per un  periodo di tempo medio o lungo, magari adattando accessori after market, è difficile pensare di spendere di meno.

Svantaggi

Lo svantaggio principale sta proprio nella versione base: la Access non ha alcun tipo di schermo, non ha climatizzatore, non ha autoradio, manca dell’elettronica di bordo non obbligatoria, e persino gli scudi paraurti non sono verniciati. Si tratta, insomma, di una versione che, pur rispondendo alle normative attuali e con un motore moderno, possiede soltanto l’essenziale, come le vetture di alcuni decenni fa: se si vuole di più, meglio puntare su esemplari con dotazioni migliori, comunque dai costi interessanti.

Fotogallery: Dacia Sandero Streetway