Uno sguardo al look "cattivo" della prossima hot hatch di segmento B della Casa coreana

Nel 2015 l'ingegner Albert Biermann approdò in Hyundai per dar vita, da zero, ad un reparto sportivo capace di offrire prodotti all'altezza dei rivali che già da tempo si cimentavano nella costruzione di compatte prestazionali

Questo nome è sicuramente caro agli appassionati di un altro marchio, però, BMW, visto che Biermann è stato, tra le altre, il papà della M3 E46. Con la sua esperienza e assieme a un reparto pieno di risorse è riuscito nell'impresa al primo colpo, regalandoci la Hyundai i30 N e adesso sembra che a ricevere il trattamento sportivo sia il turno della sorellina i20.

Fotogallery: Hyundai i20 N rendering

Giusto in tempo

Il 2019 per Hyundai Motorsport è stato un anno davvero carico di soddisfazioni. L'ingegner Andrea Adamo, alla sua prima uscita come capo di questo reparto, ha raccolto il mondiale costruttori nel WRC e nel WTCR, aggiungendo a quest'ultimo anche il titolo piloti con Norbert Michelisz. 

Non c'è occasione migliore per aggiungere un modello sportivo alla line line-up secondo noi, e proprio la i20 N che vedete nel nostro rendering esclusivo dovrebbe essere la prossima hot hatch in arrivo da Namiang. Si sa ancora pochissimo su di lei, visto che negli ultimi mesi la maggior parte delle voci si è concentrata sulla versione N della Tucson, che a quanto pare starebbe ricevendo a sua volta il trattamento più sportivo.

Indiscrezioni

Non molto tempo fa avevamo visto alcune foto spia relative ad un muletto probabilmente utilizzato per lo sviluppo della i20 N, ma visto che tra poco dovremmo vedere il nuovo modello è plausibile che si trattasse della piattaforma per lo sviluppo del motore e di altre componenti. 

Quello che possiamo aspettarci è di sicuro un motore intorno ai 200 CV, ora uno standard del segmento B pepato. La gamma di motori Hyundai potrebbe offrire come base il 1.6 T-GDI turbo-benzina come cuore pulsante della i20 N. Come per la sorella maggiore anche qui potremmo aspettarci un cambio a 6 marce appositamente sviluppato. Di certo, non dovrebbe mancare un differenziale autobloccante anteriore per scaricare al meglio la potenza.

Racing Midship 19

Tra l'altro, ne approfittiamo per avvertirvi che questo 2020 dovrebbe vedere l'arrivo di uno dei progetti più interessanti della Casa e in generale del segmento a cui appartengono auto come Porsche Cayman e Alpine A110. 

Si chiama RM 19, ed è un'iterazione che va avanti dal 2015. Si tratta più precisamente di un laboratorio con cui i tecnici del reparto N sperimentano soluzioni per i modelli stradali, anche se, a quanto pare, la versione 2020 (RM 20) dovrebbe assumere le sembianze di una coupé sportiva a trazione posteriore e motore centrale. Per adesso, purtroppo, si sa ancora molto poco, ma di sicuro al Salone di Ginevra qualcosa salterà fuori.