Ha battuto il record di velocità terrestre che resisteva dal 1976

Nell'agosto 2019 si è consumata una tragedia nel mondo automobilistico, quando Jessi Combs è morta in un incidente mentre tentava di stabilire un nuovo record di velocità terrestre.

Oggi, il Guinness dei Primati ha riconosciuto i suoi risultati, nominandola ufficialmente come la donna più veloce su quattro ruote. L'organizzazione le ha conferito il titolo di "record di velocità terrestre feminnile" per aver raggiunto 841.338 km/h.

L'accaduto

Combs stava guidando una macchina a reazione sul letto di lago asciutto nel deserto di Alvord, nell'Oregon, nel tentativo di battere la sua precedente velocità di 641 km/h fatta segnare nel 2013. Nonostante l'incidente che l'ha vista andarsene la sua velocità è stata sufficiente per battere il record di 825,1 km/h di Kitty O'Neil che resisteva dal 1976.

Fotogallery: Jessi Combs, incidente sulla jet-car

Jessi aveva solo 39 anni quando è morta, ma già a quell'età aveva guadagnato una posizione di rispetto nel mondo automobilistico come progettista, pilota e conduttrice di programmi televisivi come "Overhaulin ", "Xtreme 4x4", "Mythbusters" e "All Girls Garage".

Successi e memoria

Combs ha raggiunto il successo nelle corse in molte occasioni. È stata la prima donna a vincere un evento di King of the Hammers di Ultra4 e ha vinto un campionato nazionale nella serie. Ha anche ottenuto il secondo posto nella sua classe nella Baja 1000 del 2011.

Per celebrare la sua vita il Petersen Automotive Museum di Los Angeles ha organizzato una mostra nel 2019 intitolata Jessi Combs: Life At Full Speed. Comprendeva esposizioni di motociclette, attrezzi da lavoro e trofei. Le donazioni durante l'evento sono state destinate alla Fondazione Jessi Combs per il sostegno delle donne nei settori della meccanica.