Gli ampliamenti previsti arrivano a 111 mila metri quadri, con tanto di strategie per lo sviluppo di auto elettriche

L’Autodromo di Modena si prepara a cambiare pelle con un grande progetto di espansione annunciato oggi dal Sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli insieme a Claudio Domenicali, in veste di Presidente della Motor Valley.

Il salto di qualità sarà importante e interesserà tanto la pista quanto la struttura per un ampliamento complessivo pari a 111.000 metri quadrati.

L’obiettivo è quello di trasformare il circuito in un centro di ricerca e sviluppo strategico nel cuore della Terra dei Motori e al servizio tanto dei brand storici come Ferrari, Lamborghini, Maserati, Pagani e Dallara, quanto di tutte quelle aziende italiane e straniere che sceglieranno la Motor Valley per nuovi progetti di mobilità.

Per l’automobile del futuro

Ed è proprio la mobilità, la parole chiave dell’iniziativa imprenditoriale che guarda al futuro dell’automobile non soltanto ad alte prestazioni ma anche connessa (nell’ambito del progetto MASA) e ovviamente elettrica, a batteria o a idrogeno.

L’espansione dell'Autodromo potrebbe fungere anche da "rinvigorente" per l'economia del settore, che nella sola Motor Valley vede oltre 200 aziende automotive, un fatturato di sette miliardi di euro e oltre 100.000 posti di lavoro (ricordiamo che Lamborghini e Maserati sono fra i lavori più ambiti d'Italia).

Un’attrazione turistica per la Motor Valley

Per il sindaco di Modena il nuovo Autodromo è destinato a diventare un’attrattiva a valore aggiunto  per il turismo nazionale e internazionale, nell’ambito del circuito territoriale dei musei e delle aziende della Motor Valley.

I progetto prevede un potenziamento di tutti i servizi con tribune e Visitor Centre per l’accoglienza del pubblico e degli appassionati. Anche i collegamenti con la città verranno migliorati, sia quelli stradali sia quelli ciclabili.

Grazie ad un protocollo sottoscritto con il ministero dell’Ambiente sono inoltre previsti interventi di miglioramento ambientale (dal rimboschimento delle aree verdi fino allo stoccaggio dei rifiuti) mentre nuovi schermi acustici contribuiranno alla riduzione di rumori e vibrazioni duranti i lavori e nell’attività ordinaria dell’Autodromo.

Il video ufficiale 

Fotogallery: Gli ampliamenti dell'Autodromo di Modena