Un'unica soluzione per accedere ai punti di ricarica pubblici, basta una tessera. In arrivo anche il nuovo wallbox ID

Da settembre la nuova Volkswagen ID.3 (qui la nostra prova) sarà sulle nostre strade. Il nuovo servizio di ricarica pure. "We Charge" arriva in Europa e anche da noi, con 150.000 stazioni complessive, di cui per ora 10.000 sul nostro territorio.

Per accedere ai punti di ricarica pubblici si utilizzerà solo una tessera. Per localizzare le colonnine, scegliere la propria tariffa e gestire i consumi, basterà scaricare l’App We Connect ID. In arrivo anche una nuova wallbox da 11 kW.

Più rete ad alta potenza per tutti

Volkswagen ha intenzione di ampliare la propria gamma di modelli elettrici entro una decina d’anni, lanciando circa 75 novità ad emissione zero. Ecco perché la rete di ricarica è fondamentale.

Volkswagen We Charge

Sono già in cantiere i lavori per l’espansione della rete ad alta potenza IONITY, con capacità fino a 350 kW. Delle 250 stazioni già disponibili in 20 Paesi, si passerà a 400. In Italia dalle 10 attuali si dovrebbe arrivare a 20.

Nel frattempo il servizio We Charge sarà usufruibile nel 75% delle stazioni di ricarica pubbliche italiane, inclusi i 10 punti IONITY.

Il nuovo ID. Charger

Altra novità, il nuovo wallbox ID. Charger con potenza di ricarica fino a 11kW in corrente alternata AC. Non permetterà solo di ricaricare le ID.3 che arriveranno da Zwickau, ma anche auto di altri costruttori. L’importante che abbiano un connettore di tipo 2.

Volkswagen We Charge

399 euro per portarsi a casa l’ID. Charger base e qualcosa in più, se si opta per le versioni Connect e Pro. Queste due includono anche la connessione Wi-Fi, Ethernet o telefonica LTE. La gestione del wallbox sarà possibile anche da remoto, tramite App We Connect ID.

Fotogallery: Volkswagen We Charge