L'hypercar Valhalla potrebbe montare un motore Mercedes. Allo studio una berlina 100% elettrica basata sulla EQS

Chi si ricorda la Cygnet? Si diceva che l'Aston Martin "Toyota iQ", lanciata per aiutare la Casa a evitare le severe multe dell'Unione Europea sulle emissioni, avrebbe avuto un'erede elettrificata nel 2013. Ma di un'altra Cygnet non ne abbiamo mai visto l'ombra.

Nel 2018 i due concept Lagonda All-Terrain e, più avanti, Lagonda Vision hanno riportato l'attenzione della Casa sul mondo delle auto elettriche. Le due auto sono rimaste prototipi ma si comincia già a parlare di una possibile versione di serie che, però, non arriverà prima della metà del decennio.

Da Mercedes la tecnologia e i motori AMG

Ma ce n'è un'altra di elettrica di Aston Martin che forse la maggior parte degli appassionati ricorda. Stiamo parlando della Rapide E, versione a batteria della splendida berlina Rapide. Era praticamente pronta ad entrare in produzione ma il programma è stato cancellato all'ultimo momento.

Fotogallery: Aston Martin Rapide E

Adesso però il vento sembra cambiare. A lanciare la bomba è stato il CEO della Casa Tobias Moers, ex uomo AMG, che ha affermato che i tecnici stanno lavorando sul primo veicolo elettrico di Gaydon e che la tecnologia utilizzata è derivata direttamente da Mercedes. Per chi non lo sapesse, Mercedes presto acquisirà un quinto di Aston Martin come parte di un'alleanza più grande tra i due marchi. In cambio, il marchio britannico avrà accesso a una maggiore tecnologia Mercedes oltre al motore V8 AMG.

Anche l'hypercar Valhalla avrà motore AMG?

Moers ha aperto anche alla possibilità che l'hypercar Valhalla possa adottare un motore Mercedes-AMG anche se Aston ha già confermato che sotto al cofano troverà spazio il nuovo ibrido V6 biturbo da 3.0 litri già in stadio di sviluppo avanzato.

"Stiamo ancora lavorando su quella [trasmissione ibrida], ma ora abbiamo alternative. È troppo presto per dirlo".

Tantissimi modelli Aston Martin in arrivo

Dopo la Valhalla arriverà anche la nuova Vanquish, anch'essa una supercar a motore centrale con propulsione ibrida. Automotive News Europe ipotizza che Aston Martin potrebbe prendere in prestito la nuovissima piattaforma elettrica di Mercedes prevista per il prossimo anno con l'EQS per lanciare una berlina elettrica con proporzioni simili.

I nuovi modelli che utilizzeranno la tecnologia Mercedes cominceranno ad arrivare tra la fine del 2022 e l'inizio del 2023. Nel 2023 poi è attesa l'erede della DB11 mentre entro il 2024 una macchina su quattro o cinque sarà elettrificata. Non mancherà sicuramente una variante ibrida plug-in del SUV DBX.