Con la nuova generazione la Land Rover Defender ha cambiato radicalmente stile, oltre che meccanica, diventando ben più moderna e ingentilita rispetto alle precedenti versioni. Un nuovo look che però pare non abbia soddisfatto i ragazzi della Carlex Design, dalle cui matite è uscita un'elaborazione ultra cattiva.

Si chiama Land Rover Defender Racing Green Edition e al di là della speciale tinta verde che ricopre parte della carrozzeria e dà il nome all'auto, è la (tanta) fibra di carbonio a vista a rubare la scena. Ma non è la sola novità.

Larghissima

L'effetto è di quelli che non lasciano certo indifferenti, con i passaruota allargati, il cofano e la cover della ruota di scorta a mostrare la tipica trama della fibra di carbonio, che contrasta con lo speciale verde ispirato a quello delle auto da corsa inglesi e creato appositamente da Carlex Design per la Land Rover Defender.

Land Rover Defender Carlex Design

Il preparatore polacco parla di effetto "discreto", anche se di discreto su questa elaborazione c'è davvero ben poco. E non parliamo solo della carrozzeria, che sfoggia anche altre novità estetiche, come le linee bianche ad attraversare brancardo e tetto e gli speciali cerchi in lega.

All'interno infatti l'impostazione è rimasta la stessa, ma tra sedili sportivi e pelle marrone a rivestire gran parte dell'abitacolo, i cambiamenti sono ben marcati e tutt'altro che all'insegna della discrezione.

Land Rover Defender Carlex Design
Land Rover Defender Carlex Design

Meccanica inalterata

Le elaborazioni della Land Rover Racing Green Edition si fermano alla parte estetica, lasciando quindi intatta tutta la meccanica, dall'assetto al motore. Il prezzo è fissato a 85.000 euro, ma non sappiamo a quale motorizzazione si riferisca.

Certo è che un bodykit così starebbe benissimo attorno a un motore V8, ma per vedere la Defender mossa da un motore simile (firmato BMW) dovremo attendere ancora almeno la seconda metà del 2021.

Fotogallery: Land Rover Defender Racing Green Edition by Carlex Design