La Casa del Tridente apre le porte del nuovissimo Nettuno Engine Lab e mostra le operazioni di assemblaggio del propulsore della MC20

Ben 1.300 componenti in 100 gruppi pre-assemblati, 6 stazioni di montaggio e un perfetto equilibrio tra artigianalità e controlli ad alta tecnologia per raggiungere standard di produzione di altissimo livello. Maserati apre le porte del nuovissimo Engine Lab, il laboratorio dove viene costruito Nettuno, il V6 biturbo da 630 CV cuore della Maserati MC20.

Una vera e propria “clinica” meccanica, come amano chiamarla i responsabili di reparto, perfettamente isolata dal mondo esterno non solo perché altamente riservata ma anche per evitare qualunque intromissione di sporcizia e polvere che possono creare non poche noie all’assemblaggio. Tanto da utilizzare semafori rossi per segnalare quando qualcuna delle porte che comunicano con l’esterno è aperta. Ecco i segreti del percorso produttivo.

Stazione 1

Nella prima postazione di assemblaggio si procede al riscaldamento del basamento motore in particolari forni per permettere l’inserimento della canna cilindri. Il posizionamento è manuale ma controllato da diverse telecamere che verificano la presenza dell’anello, detto "o-ring", ma anche il numero progressivo che viene assegnato in partenza al motore.

Maserati Nettuno Engine Lab

In questa fase l’operatore si avvale di due schermi: il più piccolo touchscreen indica le operazioni effettuate e mostra le successive mentre il più grande funge da manuale di istruzioni e mostra i tutorial per effettuare le poche ma complesse operazioni.

Stazione 2

Uno dei passaggi più importanti è la scelta dei cuscinetti di banco e di biella, che servono a garantire corretto funzionamento e la lubrificazione delle parti in movimento, con la giusta tolleranza. Grazie ad un bar code che "legge" ogni componente il macchinario apre da solo un cassetto con dentro il giusto cuscinetto da montare. A prova di errore.

Maserati Nettuno Engine Lab

L’abbinamento pistone-biella-cuscinetto avviene di nuovo manualmente, ma anche in questo caso un sistema computerizzato elabora e monitora la corretta scelta del componente da utilizzare.

Stazione 3

Nella terza area si passa all’assemblaggio della testa motore prelevata dal rack e installata sul banco. A questo punto, l’operatore può iniziare a montare tutta la componentistica relativa ai gruppi valvole, inclusi molle e bilancieri. Ancora una volta il corretto montaggio viene monitorato da una macchina che controlla, una volta assemblati tutti i pezzi, l’altezza delle valvole e la loro tenuta.

Stazione 4

Anche chiamata "stazione di pressatura", è l’isola in cui vengono effettuate le prove di tenuta della testa verificando che non ci siano perdite dai cilindri. A questo punto si passa al montaggio dei coperchi sui quali vengono installati gli alberi a camme.

Maserati Nettuno Engine Lab

La testa viene poi accoppiata al blocco motore mediante un mandrino che guida l’operatore in uno dei serraggi più complessi (le viti della testa) grazie a telecamere che monitorano i punti di attacco della chiave e segnalano l’eventuale procedura sbagliata.

Successivamente si passa al montaggio della componentistica legata alla distribuzione, del treno di pompe olio (la lubrificazione è di tipo a carter secco) e le pompe di benzina, che sono una per ciascuna bancata posta nel coperchio della testa. Alla fine viene effettuata la prova di tenuta anteriore e posteriore dell’albero motore, eseguita mettendo in pressione il sistema.

Stazione 5

Con la penultima tappa si procede all’assemblaggio dell’impianto a doppia iniezione e dei turbocompressori integrati nei collettori di scarico. In questa fase vengono effettuati dei test per verificare il circuito del carburante e il giusto ordine di serraggio nella chiusura del collettore di scarico mediante diverse telecamere, per garantire la qualità del componente.

Stazione 6

L’ultima operazione comprende il montaggio di alternatore, compressore aria-condizionata e volano. Una volta che il motore è stato assemblato completamente si fa un ultimo check up con verifica degli eventuali problemi riscontrati durante tutto il processo produttivo. Se è tutto ok, il motore viene impacchettato e mandato alla sala prove dove è sottoposto a un test da 40 minuti in cui vengono analizzati oltre 100 parametri di funzionamento.

Maserati Nettuno

Fotogallery: Maserati Nettuno Engine Lab