Ecco come va la supercar che sfida Ferrari e Lamborghini con il motore “Nettuno” e il telaio in fibra di carbonio

Nuovo modello, nuovo motore, nuovo telaio e nuovo stabilimento. È una situazione più unica che rara nell’industria dell’auto, soprattutto quando si parla di sportive come la Maserati MC20. Senza dimenticare – tra l’altro - che il progetto prevede anche una variante completamente elettrica.   

Un gran lavoro di rilancio del marchio, insomma, quello che gli uomini del Tridente hanno portato avanti a Modena, dove si stanno svolgendo le ultime fasi di messa a punto della MC20. Channo invitato a guidare uno degli ultimi prototipi di sviluppo: in questo articolo (e nel video) vi racconto com’è andata. 

Maserati MC20 - La prova del prototipo
Maserati MC20 - La prova del prototipo

Il muletto per le ultime regolazioni

Guidare una nuova supercar - appena nata - è sempre un’emozione, ma è ancora più un privilegio poterla provare mentre sta nascendo, su uno dei muletti usati per il cosiddetto fine tuningÈ quello che mi è successo all’Autodromo di Modena, affiancato da Federico Landini, l’ingegnere responsabile del progetto che potete ascoltare mentre racconta in questo video le caratteristiche della Maserati MC20.

Questa MC20 è proprio “la sua”, nel senso che solo lui può guidarla su strada, con la targa prova, per sentire di persona come le soluzioni tecniche si traducono in sensazioni di guida. Che, vi posso già anticipare, si possono riassumere con la parola “limpidezza”.

Maserati MC20 - La prova del prototipo
Maserati MC20 - La prova del prototipo

Simula quanto si scaldano i freni

È questo il termine che mi è venuto più spesso in mente guidando la Maserati MC20 tra i cordoli del circuito di Modena. Lo sterzo, in particolare, è leggero ma molto rapido, ti fa sentire senza filtri il grande supporto che dà l’avantreno in inserimento.  

Dopo aver fatto l’abitudine al pedale del freno, però: meglio ritardare molto il punto di staccata ed essere cattivi nella prima parte della corsa, per poi limitare la fase di modulazione per impostare la traiettoria. L’impianto carboceramico di seconda generazione è sviluppato con Brembo ed è azionato da un comando elettrico, con una particolarità: all’elettronica che controlla il sistema va fornito il modello termico di come si comportano i freni sotto stress, per poter restituire un buon feeling sotto il piede del pilota.  

Cambio veloce, motore ancor di più

Altro componente inedito per Maserati - e su cui si sta lavorando in queste ultime fasi di collaudo - è il cambio a 8 rapporti che, a differenza della trasmissione con convertitore idraulico di coppia di Ghibli, Levante e Quattroporte, è un doppia-frizione. I passaggi di marcia sono veloci, con la logica di intervento ancora in fase di calibrazione, soprattutto in scalata. E con le splendide palette - grandi e fisse - dietro al volante, facili da trovare anche cambiando nelle sterzate più ampie.

Maserati MC20 - La prova del prototipo
Maserati MC20 - La prova del prototipo

E veniamo al nuovo motore, chiamato Nettuno, che dopo più di 20 anni torna ad essere prodotto a Modena da Maserati, che lo ha anche progettato e sviluppato. I numeri di questo 2.9 V6 bi-turbo dicono 630 CV (e cioè 210 CV/litro), per 2,9 secondi nello 0-100 km/h, 8,8 secondi nello 0-200 km/h e 325 km/h di velocità massima. Il suo comportamento, invece, è caratterizzato da un’ottima scioltezza nel salire di giri anche in zona limitatore, con "sotto" un’ampia finestra di utilizzo resa disponibile dai 730 Nm di coppia. Guardando il video vi farete un'idea più precisa del suo carattere.

E anche del suono del V6 Nettuno, che differenzia la Maserati MC20 dalle concorrenti che trovate nell’articolo qui sotto, assieme alle considerazioni sulle particolarità tecniche di questo progetto così importante per il marchio del Tridente.

Foto: Igor Gentili

Fotogallery: Maserati MC20 - La prova del prototipo

Fotogallery: Maserati MC20 - La prova del prototipo

Maserati MC20

Lunghezza 4,66 m
Larghezza 1,96 m
Altezza 1,22 m
Peso 1.468 kg
Motore 2.9 V6 turbo benzina
Trasmissione 8 marce doppia frizione
Trazione trazione posteriore
Potenza 630 CV @ 7.500 giri/min
Coppia Massima 730 Nm @ 3.000-5.500 giri/min
Accelerazione 0-100 km/h 2,9 s
Velocità Massima 325 km/h