La crisi dei chip sta rallentando il mondo dell’auto da tantissimi mesi con pesanti ripercussioni su produzione e vendite. Tuttavia, Volkswagen sembra vedere la luce in fondo al tunnel. Il costruttore ha dichiarato alla Reuters che si aspetta forti miglioramenti nei prossimi sei mesi.

Prospettive positive

Stephan Woellenstein, il “capo” di Volkswagen Cina, ha riferito ai media che la crisi dovrebbe raggiungere l’apice nel corso dell’estate, ma la situazione potrebbe tornare progressivamente alla normalità nella seconda metà dell’anno. Da agosto il Gruppo tedesco si affiderà ad un nuovo fornitore di semiconduttori e questo dovrebbe permettere all'azienda di uscire dalla crisi in tempi ragionevolmente brevi.

Volkswagen ID.4 GTX 2021
Volkswagen ID.4 GTX 2021

A causa della penuria di semiconduttori, Volkswagen ha registrato un calo nelle vendite globali del 12,3% tra aprile e giugno in confronto al 2020. Discorso a sé stante per la Cina, un mercato in continua crescita soprattutto per i marchi premium. Audi e Porsche, infatti, sono cresciute rispettivamente del 39% e del 23% rispetto ai primi sei mesi del 2020.

USA in difficoltà, Europa in ripresa

La crisi dei semiconduttori ha provocato anche conseguenze negative in alcuni mercati del mondo. Ad esempio, negli Stati Uniti alcuni concessionari hanno applicato una maggiorazione di circa 15-20 mila dollari su modelli molto richiesti come la Ford Bronco.

Al tempo stesso, la carenza di auto nuove nelle concessionarie ha “dirottato” molte persone sull’acquisto di modelli usati. Anche in questo caso, l’aumento della domanda ha generato una crescita dei prezzi, tanto che le auto usate costano fino al 45% in più rispetto al 2020.

Il mercato europeo, invece, sta lentamente risalendo la china. A giugno le vendite in Europa sono cresciute del 13,3% rispetto all'analogo periodo 2020 con 1,28 milioni di vetture immatricolate da inizio anno. Siamo ancora lontani dai livelli pre pandemia (-14% il confronto giugno 2021 con giugno 2019), ma i segnali sono piuttosto confortanti.

È proprio il Gruppo Volkswagen a guidare la classifica delle vendite con 345.633 auto immatricolate.