Con la proroga dello stato di emergenza fino al 31 dicembre decisa dal Governo a causa dell’emergenza sanitaria, arrivano importanti novità che riguardano le patenti e i fogli rosa. Si legge in una circolare del ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili (Mims), che ha indicato le nuove date di scadenza per tutti questi documenti.

Patenti e fogli rosa

Per muoversi in Italia sono prorogate le patenti scadute dopo il 31 gennaio 2020 e quelle che scadranno entro il 31 dicembre 2021. Le nuove date sono però diverse in base ad alcune fasce:

  • le patenti con scadenza compresa tra il 31 gennaio 2020 e il 31 maggio 2021 sono valide fino al 31 marzo 2022;
  • le patenti con scadenza compresa tra il 1° giugno 2021 e 30 giugno 2021 sono valide fino a 10 mesi dopo la scadenza normale;
  • le patenti con scadenza compresa tra il 1° luglio 2021 e 31 dicembre 2021 sono valide fino al 31 marzo 2022.

Diverse invece le date per circolare negli altri Stati membri dell’Unione europea.

  • le patenti con scadenza compresa tra il 1° febbraio 2020 e 31 maggio 2020 sono valide fino a 13 mesi dopo la scadenza normale;
  • le patenti con scadenza compresa tra il 1° giugno 2020 e 31 agosto 2020 sono valide fino al 1° luglio 2021;
  • le patenti con scadenza compresa tra il 1° settembre 2020 e 30 giugno 2021 sono valide fino 10 mesi dopo la scadenza normale.

Le proroghe non valgono però per usare la patente come documento di riconoscimento. C’è poi il discorso che riguarda gli esami di teoria con la scuola guida. Chi ha presentato la domanda nel 2020 potrà fare la prova entro il 31 dicembre di quest’anno, mentre chi ha già fatto o farà la richiesta nel 2021 potrà sostenere l’esame entro 1 anno, invece che 6 mesi.

È prorogata anche la validità dei fogli rosa, che scadranno il 31 marzo 2022 se la loro precedente scadenza era compresa tra il 31 gennaio 2020 e il 31 dicembre 2021.

Capitolo revisioni

I veicoli di categoria M (per esempio auto, autobus e autocaravan), N (camion e autoarticolati) e O3-O4 (rimorchi che pesano più di 3,5 tonnellate) con revisione scaduta tra ottobre 2020 e giugno 2021 potranno circolare fino a 10 mesi dopo la scadenza normale.

Nessuna proroga, invece, se la revisione scade a luglio 2021. La stessa cosa vale per i veicoli di categoria L (come moto e minicar) e O1-O2 (rimorchi che pesano meno di 3,5 tonnellate).