Mercedes raddoppia sulle berline elettriche. Dopo l’ammiraglia EQS presenta al Salone di Monaco 2021, come largamente annunciato nei mesi scorsi, la sorella minore Mercedes EQE che, come si intuisce dal nome (a Stoccarda hanno tanti modelli ma li catalogano con un certo ordine tutto teutonico) si presenta come alternativa a zero emissioni della Classe E.

L’auto nasce su una versione accorciata della piattaforma EVA che la Casa della Stella ha realizzato per dare una base comune alla famiglia delle auto alimentate a batteria, ha una lunghezza di 4,95 metri, con una larghezza di 1,96 metri e un’altezza di 1,51 grazie ai minori ingombri garantiti dal powetrain elettrico.

Misure XXL con abitacolo molto più spazioso rispetto all’attuale Classe E, con 80 mm in più in lunghezza e 27 mm in più in larghezza. Il bagagliaio offre una capienza di 430 litri.

Uno stile noto

Esteticamente la nuova Mercedes EQE ha numerosissime analogie con la EQS. Questo non solo per sottolineare il family feeling tra i due modelli – e più in generale tra tutte le vetture della famiglia EQ – ma anche per una serie di vincoli aerodinamici che permettono di migliorare l’efficienza generale.

Per questo, ad esempio, la Mercedes EQE presenta un corpo vettura affusolato, con tetto ad arco e coda sfuggente. Per il resto, la mascherina chiusa in nero lucido che si allunga fino a incorporare i fari anteriori, le maniglie a filo portiera con meccanismo di estrusione, i fari posteriori che si uniscono in un’unica fascia luminosa che attraversa l’auto per tutta la larghezza sono tutti elementi che si sono già visti sulle elettriche della Stella, a partire dalla EQC.

Fotogallery: Foto in anteprima della Mercedes EQE a Monaco

Una EQS in piccolo

EQS in scala “ridotta” si diceva, la Mercedes EQE che debutta al Salone di Monaco 2021 anche dentro accoglie gli occupanti in un ambiente curatissimo e moderno, progettato per ricordare da vicino quello dell’ammiraglia elettrica.

Non fosse altro che per la plancia completamente ricoperta di monitor che parte da dietro il volante, dove si trova la strumentazione, e si allunga fino davanti al passeggero, che ha schermo dedicato, passando per un touchscreen centrale dal quale si gestisce tutto il sistema di infotainment.

La Mercedes EQE, come le altre auto delle Casa di ultima generazione, è dotata di software MBUX con assistente vocale evoluto (naturalmente compatibile con aggiornamenti over-the-air).

2023 Mercedes-Benz EQE 350 Interno

La berlina elettrica tedesca, che offre infinite personalizzazioni sia per quanto riguarda i programmi di guida, con una speciale taratura dedicata a guidatori inesperti, sia per quel che concerne le preferenze su temperatura, illuminazione d’ambiente e mille altri parametri, dispone anche di interessanti funzioni come quella, chiamata Electric Intelligence, che è inclusa nel navigatore.

Permette di programmare il percorso più comodo e rapido per raggiungere una destinazione tenendo conto anche delle eventuali necessità di ricarica. Inoltre, aggiorna il tragitto da seguire in base alle variazioni alla viabilità e alle condizioni di traffico che monitora in tempo reale.

Si parte con la 350

Al momento del lancio, la Mercedes EQE sarà disponibile in due versioni. Una di queste non è ancora stata svelata, mentre l’altra sarà la 350. Entrambe hanno un solo motore elettrico posizionato all’altezza dell’asse posteriore e la trazione al solo retrotreno. Come per la EQS, in futuro la gamma accoglierà anche varianti a quattro ruote motrici con un secondo motore posizionato all’altezza delle ruote davanti.

2023 Mercedes-Benz EQE 350

La Mercedes EQE 350 ha una potenza di 292 CV (215 kW) e può contare su una coppia di 530 Nm. È alimentata da una batteria agli ioni di litio con composizione NMC 8:1:1 che garantisce un’autonomia fino a 660 km e che può passare dal 10% all’80% della carica in 32 minuti se attaccata a una colonnina a ricarica rapida. Allo stesso modo, in 15 minuti di sosta può guadagnare fino a 250 km di percorrenza in più.

2023 Mercedes-Benz EQE 350
2023 Mercedes-Benz EQE 350

Per quanto riguarda la marcia, la Mercedes EQE dispone di diversi programmi di guida e di una frenata rigenerativa che può essere impostata su tre diversi livelli agendo sulle levette al volante (che ricordano quelle di un classico cambio automatico). Con il livello “D+”, che massimizza il recupero durante le fasi di rilascio e rallentamento, l’auto è in grado di frenare da sola, consentendo di guidare senza dover premere (salvo eccezioni) il pedale del freno.

Agile e sicura

La nuova berlina elettrica targata Stoccarda, infine, dispone di numerosi sistemi di assistenza alla guida tra cui un innovativo Attention Assist che analizza il battito delle palpebre del conducente attraverso una telecamera annegata nella strumentazione che è in grado di rilevare eventuali stati di stanchezza o eccessive distrazioni.

EQS Mercedes-AMG 2022

Ultima nota va al telaio con quattro ruote sterzanti, che rende questa tre volumi a zero emissioni di quasi 5 metri più agile di quello che le dimensioni potrebbero fare intendere. Si può scegliere addirittura tra due tarature per il retrotreno, una con angolo di 4,5 gradi e una che arriva a 10 gradi. Nel primo caso il diametro di sterzata è di 12,5 metri, nel secondo di 10,7 metri.

La Mercedes EQE entrerà in produzione entro l’anno e si affaccerà definitivamente sul mercato a partire dalla metà del 2022. Uscirà alle linee dello stabilimento tedesco di Brema per raggiungere i principali mercati mondiali. Gli esemplari per la Cina, invece, saranno prodotti nello stabilimento di Pechino dove Mercedes opera con la joint-venture BBAC.

Fotogallery: Mercedes-Benz EQE 350