Ad Auto e Moto d’Epoca, in svolgimento alla Fiera di Padova dal 21 al 24 ottobre, lo stand Mercedes dedica un ampio spazio alla celebrazione dei modelli station wagon più significativi della storia del marchio. 

Tra le auto esposte è la Model T a ritagliarsi il ruolo di protagonista assoluta, la prima giardinetta di concezione moderna lanciata sul mercato dalla Casa di Stoccarda.

La prima familiare Mercedes-Benz

Presentata ufficialmente nel settembre del 1977 con la sigla W123 T, dove quest’ultima lettera indicava il termine Transporter, è stata la prima station wagon prodotta ufficialmente da Mercedes. Le dimensioni esterne erano identiche a quelle della berlina, ma la forma allungata del posteriore consentiva al vano di carico della Model T di raggiungere la notevole capacità di 1.500 litri

La storia delle più belle Mercedes Station Wagon
La storia delle più belle Mercedes Station Wagon

Lo schema meccanico prevedeva un motore anteriore longitudinale, la trazione posteriore, sospensioni anteriori McPherson e posteriori a bracci oscillanti, quattro freni a disco e trasmissione manuale a quattro o cinque rapporti (optional), in alternativa all'automatica a tre rapporti.

La storia delle più belle Mercedes Station Wagon

Per ovviare al peso superiore di questa variante di carrozzeria le sospensioni erano state riprogettate con l’introduzione di un sistema idropneumatico autolivellante al retrotreno in grado di mantenere l’assetto costante anche in caso di carichi elevati.

Comfort prima di tutto 

In pieno stile Mercede-Benz la qualità costruttiva, a partire dai materiali di pregio, dalle cromature, dai particolari pensati per durare nel tempo, e in generale con un'attenzione al comfort di marcia che da quel momento in poi ha contraddistinto le station wagon della Casa della Stella. 

La storia delle più belle Mercedes Station Wagon
La storia delle più belle Mercedes Station Wagon

La gamma motori inizialmente comprendeva unità diesel a quattro e cinque cilindri rispettivamente da 2,4 e 3 litri, oltre ai benzina quattro cilindri da 2,3 litri a carburatore e sei cilindri da 2,5 litri, anch’esso a carburatore, e da 2,8 litri a iniezione.

La storia delle più belle Mercedes Station Wagon
La storia delle più belle Mercedes Station Wagon

Il modello esposto in Fiera è il 230 TE ad iniezione del 1984, equipaggiato con un propulsore quattro cilindri da 3,0 litri in grado di sviluppare una potenza di 136 CV. La terza serie della station wagon migliorava le dotazione standard introducendo fari sotto vetro, inserti in legno sulla plancia, servosterzo, sedili anteriori rimodellati per liberare più spazio per i passeggeri posteriori e plafoniere a spegnimento ritardato.

L'erede della Model T

Nello stand Mercedes-Benz trova spazio anche la W124, la familiare che prese il posto della Model T a partire dal 1986. È una E 320 del 1993, la terza serie del modello che monta un motore a benzina da 3,2 litri con iniezione elettronica da 220 CV, una potenza che garantiva un’accelerazione da 0 a 100 km/h in circa 8,6 secondi e una velocità massima di 225 km/h.

La storia delle più belle Mercedes Station Wagon
La storia delle più belle Mercedes Station Wagon

Partendo dallo stesso schema meccanico della W123, la nuova generazione di station wagon presentava sospensioni aggiornate all’anteriore, con un sistema McPherson modificato, e al posteriore, dove veniva introdotto un raffinato multilink a cinque bracci.

La storia delle più belle Mercedes Station Wagon

Particolare attenzione era rivolta ai sistemi di sicurezza grazie alla scocca progettata per resistere alle severe prove d'urto messe a punto dalla Casa tedesca e a dispostivi come l'ABS e l'airbag per il guidatore, di serie su tutta la gamma.

Fotogallery: Foto - La storia delle più belle Mercedes Station Wagon ad Auto e Moto d'Epoca 2021