Non è la prima volta che vi parliamo di incidenti “spettacolari”, ma quello che ha coinvolto un’auto e la motrice di un camion nello Stato di Washington, negli USA, ha veramente dell’incredibile. 

Di certo non capita tutti i giorni di vedere una macchina letteralmente piegata a metà e schiacciata da un semirimorchio, ma la vera notizia è che la donna al volante della Nissan sia uscita praticamente incolume dallo schianto.

I fatti

Il sinistro è avvenuto la mattina del 16 novembre sulla strada statale 5, a nord di Seattle. Il traffico stava rallentando sullo Skagit River Bridge, secondo quanto riporta il Seattle Times, quando la Nissan Altima è stata tamponata da un mezzo pesante. Nella collisione l’auto è finita contro il semirimorchio che la precedeva, ribaltandosi, per essere successivamente investita e schiacciata dalla motrice che l'aveva urtato precedentemente.

 

Vedendo le immagini postate su Twitter dal poliziotto dello Stato di Washington, Rocky Oliphant, chiunque avrebbe pensato al peggio per la conducente di 46 anni alla guida della Nissan che invece se l’è cavata sostanzialmente senza conseguenze.

Secondo quanto riferito dalle autorità, una volta uscita con le proprie gambe dall’auto si sarebbe lamentata solo di lievi dolori alla testa e alle costole, cosa che l'ha portata a essere ricoverata in via precauzionale in ospedale.

Poteva andare molto peggio

Sui social Oliphant afferma di non aver mai visto niente di simile in 14 anni di lavoro e nel suo resoconto al Seattle Times sottolinea che il modo in cui la Nissan si è piegata potrebbe spiegare come mai la conducente non abbia subito gravi lesioni. 

 

Secondo la sua teoria la parte posteriore della macchina avrebbe fatto da ammortizzatore, proteggendo l'abitacolo e dando anche alla motrice una sorta di rampa su cui scivolare.

Non c'è che dire, le conseguenze dell'incidente poteva essere assai peggiori e non esageriamo quando parliamo di "miracolo" per il fatto che la donna non abbia riportato ferite mortali.