Un'altra azienda giovanissima, una startup che produce supercar Made in Italy è la Pambuffetti Automobili, creatura del quarantaseienne imprenditore perugino Juri Pambuffetti che ha svelato nel 2021 la sua PJ-01 che sarà prodotta in 25 esemplari.

L'affascinante coupé con motore di derivazione italiana 5.2 V10 da 820 CV è al momento l'opera prima di Pambuffetti Automobili, ma nell'ambizioso programma per il futuro c'è un'intera famiglia di nuovi modelli, tutti rigorosamente a tiratura limitata e all'insegna dell'eccellenza artigianale italiana. La fase di piena industrializzazione del progetto Pambuffetti PJ-01 partirà nel 2022.

Foto - Pambuffetti Automobili, tutte le supercar, l'azienda e il fondatore
Pambuffetti PJ-01
Anno di fondazione 2018
Fondatore Juri Pambuffetti
Sede e produzione Trevi (PG)
Numero dipendenti N.D.
Fatturato dell'ultimo bilancio In regime di Startup, piena industrializzazione dal 2022

Le supercar

La Pambuffetti PJ-01 è la realizzazione di un "sogno trasformato in progetto", una supercar nata dall'utilizzo di componenti e tecnologie da competizione e adattata alla circolazione stradale, volutamente di stampo racing e senza compromessi, come l'ha sempre immaginata il fondatore dell'azienda.

Foto - Pambuffetti Automobili, tutte le supercar, l'azienda e il fondatore

Ecco quindi una coupé bassa e lunga (4,70 metri) che monta al centro del telaio misto in acciaio strutturale e fibra di carbonio, opera del progettista modenese Franco Sighinolfi, il motore V10 5.2 aspirato da 820 CV. Definito di "derivazione italiana" e quasi sicuramente originario di Sant'Agata Bolognese (NdR), questo propulsore è stato rielaborato dal team interno di Pambuffetti capitanato dallo specialista Attilio Mattioli per offrire il massimo delle emozioni.

Pambuffetti PJ-01

Per descrivere al meglio la Pambuffetti PJ-01 basterebbero le parole usate dallo stesso Sighinolfi:

"Trent’anni di successi nella progettazione di auto da competizione, di errori, di test e di soluzioni. Anni di preziosa esperienza che mi hanno permesso di portare su strada una vera auto da competizione, esaltandone i pregi e correggendone i difetti.”

Nella pratica questo si traduce in una coupé a motore centrale e trazione posteriore che sfrutta un telaio di nuova concezione ispirato alle monoposto per sostenere una carrozzeria in carbonio pre-preg la cui aerodinamica sviluppata in quattro anni e messa a punto in dodici mesi risulta efficace sia in pista che su strada.

Anche la posizione di guida della Pambuffetti PJ-01 è di nuovo tipo e ispirata al motorsport, con la pedaliera più alta del bacino per migliorare l'aerodinamica e offrire il giusto comfort. La parte anteriore risulta così svuotata per lasciare spazio all'ottimizzazione dei flussi aerodinamici.

Foto - Pambuffetti Automobili, tutte le supercar, l'azienda e il fondatore
Foto - Pambuffetti Automobili, tutte le supercar, l'azienda e il fondatore
Foto - Pambuffetti Automobili, tutte le supercar, l'azienda e il fondatore

La massa a vuoto di 1.100 Kg si traduce in un rapporto peso/potenza di 1,34 kg/CV che, unito a numerose componenti di derivazione racing (traction control e ABS regolabili su 12 posizioni ed escludibili, sospensioni push-rod, acceleratore fly by wire programmabile, ammortizzatori regolabili e freni), garantisce prestazioni di altissimo livello.

Il motore aspirato da ben 820 CV promette una velocità massima superiore ai 320 km/h e un tempo di accelerazione da 0 a 100 km/h in meno di 3 secondi. Numeri da supercar di altissimo livello e con finiture interne in fibra di carbonio che la rendono più simile a un'auto da competizione che a una stradale. Il tutto a un prezzo base di 1,5 milioni di euro (tasse escluse) per i fortunati acquirenti dei 25 esemplari previsti.

Scheda Tecnica Pambuffetti PJ-01
Misure (Lung. x Larg. x Alt. x Passo) 4,70 x 2,06 x 1,15 m x 2,75 m
Peso 1.100 kg
Telaio / Carrozzeria Ibrido in acciaio strutturale e carbonio / In carbonio pre-preg
Motore 5.2 V10 aspirato (820 CV - 800 Nm) in posizione centrale
Trazione Posteriore
Cambio Elettroattuato 6 marce a innesti frontali di derivazione racing, con paddle al volante
Pneumatici 275/30 R19 ant. e 335/30 R20 post.
Accelerazione 0-100 km/h <3,0 secondi
Velocità massima >320 km/h
Anno di lancio 2021
Numero di esemplari 25
Prezzo indicativo 1.500.000 euro (tasse escluse)

Pambuffetti Automobili, le origini e il fondatore

A fondare nel 2018 la Pambuffetti Automobili è stato Juri Pambuffetti, imprenditore con la passione per il motorsport che nella sede di Trevi (PG) crea la PJ-01 forte di una lunga esperienza nella progettazione e sviluppo di diversi veicoli e velivoli, dagli autobus da turismo agli ultraleggeri da competizione.

Per realizzare il suo sogno Juri si è circondato di un team di fidati collaboratori che hanno fornito il know-how necessario alla concretizzazione di un progetto che lo stesso fondatore descrive così:

"La PJ-01 non è altro che la realizzazione dell’auto che ho da sempre nella mia mente. Un’auto senza compromessi, che non guarda a logiche di Marketing, ma punta dritto alle emozioni, perché secondo me, l’unico modo per affermarsi in un mercato con così tanti attori, importanti e competenti, è solo quello di portare un prodotto diverso. Diverso in quanto si è partiti da concetti e componenti di uso racing per poi adattarli alla strada e non il contrario. Ne consegue quindi un’auto che punta alle emozioni, che ben si adatta alla strada, ma che non manca mai di far capire la sua natura pistaiola.

Per ottenere questo risultato, siamo partiti da un telaio completamente progettato e costruito in casa e questo ci ha permesso di sviluppare: sia un’aerodinamica e una posizione di guida che ricordano quelle di una monoposto e che ci hanno consentito di ottenere i carichi e la percorrenza da noi voluti; sia ottenere un peso estremamente ridotto che ne esalta ancor di più le caratteristiche.”

Foto - Pambuffetti Automobili, tutte le supercar, l'azienda e il fondatore
Juri Pambuffetti (terzo da destra) con alcuni soci e collaboratori

Un importante contributo alla nascita della Pambuffetti PJ-01 è arrivato, oltre che dai citati collaboratori, dalla matita di Marco Sforna, il designer cresciuto e formatosi all'interno delle attività della famiglia Pambuffetti che parla così della sua supercar:

"Davanti al foglio bianco ci siamo dati un solo obiettivo: portare una monoposto su strada. Stilisticamente, si è partiti avendo come punto fermo l’aerodinamica, plasmando e adattando ogni linea che contraddistingue la PJ-01 al concetto di efficienza. Il risultato è una linea aggressiva ma sinuosa, senza che nessun aspetto prevalga sull’altro, nella perfetta armonizzazione degli elementi che donano eleganza all’insieme. Lo scopo del design è sostanzialmente questo, creare oggetti che possano coniugare stile ed efficacia, bellezza e fattibilità."

Fondamentale è stato anche il lavoro di collaudo fatto dal pilota umbro Andrea Boldrini che parla così della supercar "Made in Trevi":

"L’habitat naturale della PJ-01 è la pista e ciò diventa chiaro non appena se ne possono testare i limiti in un tracciato. L’impianto frenante, di derivazione Racing e privo di servofreno, già dal primo approccio trasmette un feeling diretto con la vettura, donando al pilota massimo controllo sul mezzo.
Giro dopo giro, sottoponendo la vettura a stress, si può apprezzare quanto le performance non subiscano variazioni, instaurando una fiducia nel mezzo che trasforma la guida in gioia.

L’ABS Bosch di ultima generazione, equipaggiato sulla PJ-01, le garantisce l’ottenimento della massima forza frenante in ogni situazione.La possibilità poi di avere 12 programmi a disposizione, le consentono di variare da un totale controllo elettronico fino alla sua completa esclusione, permettendo così di adattare lo strumento ad ogni vezzo del pilota."

Foto - Pambuffetti Automobili, tutte le supercar, l'azienda e il fondatore
Pambuffetti Automobili, il logo
Denominazione ufficiale Pambuffetti Automobili S.r.l.
Sede

Via Sant'Egidio, 56 - 06039, Trevi (PG)

Sito Web ufficiale https://www.pambuffetti.com/

Spirito innovativo da startup

A sostenere il lavoro e i piani futuri di Pambuffetti Automobili è un gruppo di finanziatori e soci privati, come nella più pura tradizione delle startup che intendono produrre auto e in particolar modo super sportive italiane.

A questi si aggiunge il contributo di diversi e importanti partener tecnici tra cui Motul, BMC e OZ Racing, senza dimenticare la collaborazione con CarbonDream. Per quanto riguarda invece l'elettrificazione degli attuali e prossimi modelli a marchio Pambuffetti Automobili (il logo tra l'altro riprende la sagoma di una goccia, la forma più aerodinamica in natura), la Casa umbra ci dice:

"Al momento non riteniamo che la nostra auto debba elettrificarsi, vista anche la natura emozionale del suo motore V10 aspirato. Abbiamo però piani per un'elettrificazione poco invasiva che possa lasciarne inalterata la purezza di guida."

Finanziatori Soci e finanziatori privati
Partner tecnici Motul, BMC, OZ, Mir, Gamotec, CarbonDream, QD Exhaust, Tm performance, PowerOn
Brevetti e nuove tecnologie Ibrido, elettrico, materiali riciclabili, emissioni
Elettrificazione -
Designer Marco Sforna

Mercati e distribuzione

Per la vendita della PJ-01 la Pambuffetti Automobili si basa per ora sul contatto diretto con i clienti, con consegna in ogni parte del mondo e un'attenzione particolare al mercato dei collezionisti.

Foto - Pambuffetti Automobili, tutte le supercar, l'azienda e il fondatore

Per questo è prevista l'omologazione stradale della PJ-01 sia in Europa che fuori dal Vecchio Continente, con una previsione di produzione e vendita di 6 vetture all'anno a pieno regime e in crescita dopo il terzo anno.

Fotogallery: Foto - Pambuffetti Automobili, tutte le supercar, l'azienda e il fondatore