Nel variegato panorama italiano dei piccoli e giovani costruttori di auto sportive, fatto di startup innovative, marchi appena nati o di grande tradizione, aziende dalle ambizioni internazionali e potenziali produttori di hypercar c'è ancora posto per un'anomalia: anzi, un'Anomalya.

Questo è infatti il nome scelto per la prima supercar nata dai venticinque anni di esperienza di Sly Garage e da un'idea trentennale del suo creatore, Sly Soldano. La nuova coupé realizzata nelle officine di Sly Garage Factory di Capannori, in provincia di Lucca, deve il suo nome (compreso l'errore voluto della "y" al posto della "i") alla volontà di essere diversa, non conforme e quindi "anomala" rispetto a quanto oggi sul mercato.

Dall'officina al tuning, fino al progetto Anomalya

La realtà di Sly Garage Factory, fondata nel 2015 da Sly Soldano con Samuele Pasquinucci, Luca Sabatelli, Guido Cecchi e Luciano Bartolini, è quella di un'officina del territorio lucchese che lavora quotidianamente su interventi e tuning dinamici (mai puramente estetici) di vetture sportive e di lusso come Bentley, Ferrari e Porsche.

Samuele Pasquinucci, Sly Soldano, Luca Sabatelli
Samuele Pasquinucci, Sly Soldano, Luca Sabatelli

Proprio dalla grande passione e conoscenza del team toscano per l'elaborazione auto evoluta nasce la Sly Garage Factory Anomalya che fa il suo debutto davanti al grande pubblico in occasione del Festival di Sanremo 2022 (1-5 febbraio) con una presentazione al Grand Hotel Des Anglais.

Anno di fondazione 2015
Fondatori Sly Soldano, Samuele Pasquinucci, Luca Sabatelli, Guido Cecchi, Luciano Bartolini
Sede e produzione Capannori (LU)
Numero dipendenti N.D.
Fatturato dell'ultimo bilancio N.D.

La supercar

Lo stesso Sly Soldano ci tiene a sottolineare come l'Anomalya sia nata dall'idea di una supercar fuori dagli schemi odierni, volutamente lontana dall'elettronica troppo invasiva e più vicina nello spirito alle auto sportive leggere e pure degli Anni '90.

Sly Garage Anomalya
Sly Garage Anomalya

L'ispirazione dell'Anomalya, sviluppata in tre anni e mezzo di lavoro, non viene dalle auto di Formula, ma dall'idea di una supercar bella e divertente da guidare, senza filtri elettronici, un po' come le Lotus. Insomma, una sportiva in "stile Anni '90 con la tecnologia di oggi", fatta per "guidatori veri" e con la massima tecnologia moderna.

Sly Garage Anomalya

Un esempio in questo senso arriva dall'aerodinamica e dalla definizione del carico verticale, sviluppata con l'Università di Pisa per garantire una downforce importante a diverse velocità, senza stravolgere lo stile, fatto per chi vuole "essere e non apparire".

Anomalya

Come detto, la Sly Garage Anomalya nasce, nelle parole di Sly Soldano, dalla volontà di "non essere conforme a quello che ci spacciano per corretto". Il risultato è una coupé biposto a motore centrale, con una carrozzeria in fibra di carbonio disegnata dallo stesso Sly e perfezionata a livello aerodinamico da Matteo Rosellini dell'E-Team Squadra Corse - Università di Pisa.

Sly Garage Anomalya
Sly Garage Anomalya
Sly Garage Anomalya
Sly Garage Anomalya

Rosellini ha svolto un'analisi fluidodinamica numerica (CFD) per ottimizzare le forme della carrozzeria e soprattutto del fondo vettura che garantiscono una spinta verso il basso di 235 kg alla velocità di 150 km/h e di 340 kg a 180 km/h.

Il motore, montato in posizione centrale sul telaio in acciaio e carbonio, è un sei cilindri boxer di 3.2 litri elaborato dalla squadra di Sly Garage Factory per arrivare a sviluppare circa 350 CV e toccare i 7.300 giri/min.

Scheda Tecnica Sly Garage Anomalya
Misure (Lung. x Larg. x Alt. x Passo) N.D.
Peso 1.080 kg
Telaio / Carrozzeria Acciaio-carbonio / Carbonio
Motore 6 cilindri 3.2 aspirato (circa 350 CV)
Trazione Posteriore
Cambio Manuale a 5, 6 o 7 marce
Pneumatici N.D.
Accelerazione 0-100 km/h 4,4 secondi
Velocità massima 270 km/h
Anno di lancio 2022
Numero di esemplari previsti 10
Prezzo indicativo N.D.
Sly Garage Factory Anomalya
Il peso dell'Anomalya è contenuto in 1.080 kg, grazie anche all'impiego della carrozzeria in materiali compositi, mentre la trazione è sulle ruote posteriori attraverso un cambio manuale Porsche personalizzato da Sly Garage Factory e con 5, 6 o 7 rapporti a seconda delle richieste del cliente (il 5 marce è quello consigliato.
I dieci clienti a cui è destinata ogni Sly Garage Factory Anomalya, tutte siglate singolarmente come one-off, riceveranno una vettura personalizzata sulla base dei loro gusti, capace di accelerare da 0 a 100 km/h in 4,4 secondi e di raggiungere una velocità massima di 270 km/h. Il prezzo non è stato ancora svelato.

Le origini di Sly Garage Factory

La Sly Garage Factory deriva dall'esperienza più che ventennale dell'officina Sly Garage e di uno dei suoi fondatori, quello Sly Soldano che ha iniziato a lavorare per Cardini rettifiche e a sviluppare modifiche e preparazioni per auto e veicoli commerciali. Sua è infatti la prima trasformazione di un motore a ciclo diesel per essere alimentato a metano.

Sly Soldano
Sly Soldano

Tra le tantissime realizzazioni di Soldano e della sua squadra si possono ricordare poi S.I.T., l'auto parlante e con comandi vocali evoluti realizzata nel 2012 su base Porsche Boxster, o la Citroen Traction Avant del 1937 e una Fiat 500 "Topolino" del 1954 aggiornate con iniezione e accensione elettronica per avere emissioni da Euro 4 senza toccare il motore originale.

Citroen Traction Avant
Citroen Traction Avant "Euro4"
S.I.T. la Porsche parlante
S.I.T. la Porsche parlante
Sly Garage Factory, il logo
Sly Garage Factory, il logo
Denominazione ufficiale Sly Garage Factory S.r.l.
Sede Via del Casalino, 42 - 55012 Capannori (LU) - Italia
Sito Web ufficiale https://www.supercarsmanufacturing.com/

Una squadra affiatata

Nell'avventura di Sly Garage Factory sono coinvolti anche i soci Samuele Pasquinucci e Luca Sabatelli che nelle officine di Capannori hanno lavorato al progetto Anomalya per più di tre anni e realizzato il primo dei dieci esemplari costruiti secondo una filosofia da auto sartoriale fatta a mano.

Samuele Pasquinucci
Samuele Pasquinucci
Luca Sabatelli
Luca Sabatelli

L'obiettivo comune di questo lavoro è stato quello di realizzare un sogno cullato per anni, un'auto che non pensa al tempo sul giro, ma che mette al centro del progetto il pilota, senza filtri o "bugie" elettroniche.

Per dirla con le parole di Sly:

"Anomalya è la donna sbagliata di cui ti innamori, consapevole che non sia la donna giusta, ma anche consapevole del fatto che non potrai più farne a meno."

Sly Garage Factory Anomalya

Mercati, distribuzione e piani futuri

I mercati a cui si rivolge Sly Garage Factory sono quelli globali, un'ambizione confermata dalla creazione di SGF China e dagli ordini arrivati da diverse parti del mondo. Al momento i clienti sono tutti stranieri, ma alcuni appassionati italiani hanno manifestato il loro interesse.

Sly Garage Factory Anomalya

A brevissimo l'azienda toscana presenterà anche un nuovo modello sportivo, sempre e rigorosamente a due posti, che sarà la sorella dell'Anomalya e verrà prodotta in piccola serie tra un paio d'anni. Il fondatore non ha invece alcun interesse per l'auto elettrica, almeno per il momento, non considerandola sostenibile nel breve termine.

Fotogallery: Foto - Sly Garage Factory, le auto, l'azienda, i fondatori