Non solo elettrificazione: Volkswagen non abbandona gli sviluppi sul motore termico. La Casa di Wolfsburg ha presentato la nuova unità 1.5 TSI evo2 a benzina. Come si può intuire dal nome, il propulsore rappresenta un’evoluzione del 1.5 turbo già disponibile per numerosi modelli del Gruppo Volkswagen. Secondo il marchio, l’ultimo aggiornamento ha reso il motore ancora più efficiente e meno inquinante.

Le novità tecniche

Volkswagen non specifica nel dettaglio l’esatta riduzione in termini di consumi ed emissioni, ma spiega le varie novità tecniche del propulsore. Sul 1.5 TSI evo2 sono stati riposizionati il filtro antiparticolato e il catalizzatore per migliorare l’efficienza nel monitoraggio delle emissioni. Secondo la Casa, questo accorgimento consente di ridurre l’uso di metalli preziosi nelle fasi di produzione e il rispetto delle future normative sulla CO2.

Volkswagen 1.5 TSI evo2

Inoltre, è stato ulteriormente affinato l’Active Cylinder Management System, il cosiddetto ACTplus. Questo meccanismo disattiva automaticamente la metà dei quattro cilindri quando si procede a velocità costante per ridurre i consumi. Ora, non appena si richiede maggiore velocità, il sistema ripristina in modo ancora più impercettibile il pieno funzionamento del motore.

Si parte sulla gamma T-Roc

Il 1.5 TSI evo2 produce 150 CV ed è già equipaggiato su T-Roc e T-Roc Cabrio e raggiungerà presto altri modelli del gruppo entro il 2022. La motorizzazione verrà abbinata anche a dei futuri powertrain elettrificati, tra cui quelli ibridi plug-in con potenza combinata massima di 272 CV.

Volkswagen 1.5 TSI evo2

Tra l’altro, il propulsore Volkswagen è stato concepito per accettare “carburanti contenenti ingredienti ricavati da energie rinnovabili”. In pratica, il motore potrà essere alimentato anche con carburanti “verdi” come e-fuel o biocarburanti per ridurre ulteriormente l’impronta ambientale ed essere pronto alle future svolte normative in tema antinquinamento.

Fotogallery: Foto - Volkswagen 1.5 TSI evo2