Alfa Romeo pianifica il suo futuro senza dimenticare il passato. Ad “Auto e Moto d’Epoca” il marchio del Biscione ha presentato il programma heritage “Alfa Romeo Classiche” che comprende una serie di servizi specifici per la tutela e la valorizzazione degli esemplari storici.

In questo modo, chi possiede un’Alfa d’epoca potrà richiedere certificazioni ed effettuare un restauro completo.

I servizi disponibili

I dettagli vengono presentati direttamente alla 39esima edizione della fiera Auto e Moto d’Epoca dedicata alle automobili storiche. Il programma è composto dal Certificato d’Origine, dal Certificato di Autenticità e dai già accennati servizi di restauro.

Il Certificato d’Origine è un documento che Alfa Romeo ha reso disponibile a partire dal 2016 e riguarda la possibilità di scoprire la storia di ogni vettura attraverso il numero del telaio. Il servizio consiste in una verifica documentale presso i registri del marchio e il successivo rilascio di un documento che attesta con esattezza l’anno di produzione e la configurazione originale dell’esemplare.

1960 Alfa Romeo Giulietta SZ Coda Tonda

Alfa Romeo Giulietta SZ Coda Tonda

Il Certificato di Autenticità si ottiene a seguito di un rigoroso processo di ispezione e valutazione effettuato da un team specializzato che verifica l’effettiva autenticità dell’auto e delle sue componenti e il funzionamento delle principali parti meccaniche. L’esame della vettura si svolge nelle Officine Classiche di Mirafiori, nei centri Stellantis&You di Roma e Palermo o direttamente a domicilio del cliente.

Infine, col servizio di restauro si può richiedere una serie di operazioni che variano dalla semplice manutenzione fino al restauro completo della vettura.

Il Restauro dell'Alfa Romeo S.Z.

Alfa Romeo SZ

Il top management gestisce tutte le operazioni

Alfa Romeo sottolinea che per la prima volta nella storia il top management del marchio sarà coinvolto in prima persona in tutte le attività descritte precedentemente. Infatti, il comitato di certificazione è presieduto da Jean Philippe Imparato, ceo di Alfa Romeo, e dal responsabile del dipartimento Heritage col supporto del Museo Alfa Romeo.

Tra le novità del programma c’è anche un’area web “Alfa Romeo Classiche” che verrà totalmente rivista dal punto di vista grafico per accedere ancora più facilmente alle varie informazioni.

Fotogallery: Foto - L'Alfa Romeo SZ restuarata dal centro Heritage di FCA