Quella solare è una delle fonti rinnovabili su cui le aziende stanno puntando di più per autoprodurre energia pulita e abbattere le emissioni di CO2 legate al consumo energetico delle loro fabbriche.

Un rapporto che diventa più favorevole ogni anno, perché anche la ricerca nel campo del fotovoltaico fa continui passi in avanti, riuscendo a ottenere una produzione di energia maggiore aumentando in proporzione molto meno la superficie dei pannelli. Ma di quanto?

Eccellenza inglese

Un buon riferimento per capire quanto stia migliorando l'efficienza degli impianti fotovoltaici lo ha recentemente offerto Bentley: il costruttore inglese ha festeggiato i 10 anni dell'inaugurazione del parco solare della fabbrica di Crewe con un ampliamento che di qui alla fine dell'anno permetterà di arrivare ad autoprodurre la metà dell'energia necessaria al suo fabbisogno.

Il parco solare della fabbrica Bentley di Crewe

Il parco solare della fabbrica Bentley di Crewe

Il dato significativo è che i nuovi pannelli hanno un'efficienza superiore addirittura del 60% rispetto a quelli installati nel 2013. Dati alla mano, infatti, finora Bentley ha sfruttato un complesso di circa 30.600 pannelli, distribuiti su parcheggi e altri edifici per una superficie complessiva di quasi 50.500 metri quadri, per ottenere intorno ai 7.900 GW di energia l'anno.

Con l'ampliamento saranno installati 5.600 nuovi pannelli, che copriranno un'area di poco superiore ai 10.400 metri quadrati ma che produrranno oltre 2 MW di energia. In totale, calcolatrice alla mano, il numero di pannelli e l'area interessata cresceranno di circa i 15% (36.400 moduli per 61.000 metri quadrati, pari a nove campi da calcio) ma la produzione energetica aumenterà di ben il 25% superando i 10 MW totali.

Il parco solare della fabbrica Bentley di Crewe

Il parco solare della fabbrica Bentley di Crewe in cifre

Verso l'indipendenza totale

La potenza installata corrisponde a quella necessaria per alimentare quasi 2.400 abitazioni e contribuirà a tagliare la CO2 prodotta per la generazione di energia di oltre 400.000 tonnellate l'anno, arrivando in determinati periodi dell'anno a soddisfare da solo dal 75% al 100% del fabbisogno energetico della produzione misurato lo scorso maggio.

Si tratta di un passo importante per Bentley sulla strada del piano "Beyond 100", che prevede di arrivare alla piena neutralità delle emissioni di carbonio entro il 2030.

I pannelli saranno installati in collaborazione con gli esperti della 3ti, azienda britannica specializzata nella progettazione di parcheggi e altre strutture a energia solare, e fa seguito all'iniziativa del 2019 in cui proprio a Crewe è stata completata la costruzione del più grande parcheggio a panneli solari del Regno Unito.

Vedi tutte le notizie su Carbon Zero

Fotogallery: La fabbrica Bentley di Crewe