L'obiettivo di Bentley è ambizioso: diventare il produttore di auto di lusso più sostenibile al mondo e nel più breve tempo possibile. Sogni e parole che, nel corso degli anni a partire dal 2010, si sono trasformati in realtà tangibili, con la eco-rivoluzione che ha toccato mese dopo mese ogni reparto di tutti gli stabilimenti di produzione.

È stata anche la prima Casa automobilistica di lusso a porsi come obiettivo quello di diventare totalmente carbon neutral entro il 2030, con la sede generale di Crewe che ha già raggiunto l'importantissimo traguardo centrando le specifiche PAS 2060 dell'associazione Carbon Trust e riconosciute a livello internazionale.

Lo stabilimento di Crewe è un polo d'eccellenza mondiale

Da quando è stata certificata per la prima volta come carbon neutral nel 2019, Bentley ha continuato a investire nella riduzione delle emissioni, abbattendole in soli due anni di circa l'81% (anche grazie allo stop forzato dalla pandemia e dalla conseguente riduzione dei trasporti) passando dalle 17.482 tonnellate di CO2 del 2019 alle 3.341 del 2020.

Foto - Bentley, lo stabilimento di Crewe tra lusso e sostenibilità

Peter Bosch, membro del Board for Manufacturing ha spiegato

Negli ultimi due decenni Bentley ha adottato un approccio pionieristico all'imprenditorialità sostenibile creando uno stabilimento di produzione di alta qualità, a basso impatto ambientale e altamente efficiente. Il nostro obiettivo finale è creare un'impronta manifatturiera nettamente positiva per il clima entro il 2030

Super pannelli solari e colonnine gratis per i dipendenti

Già oggi, il 100% dell'energia utilizzata da Bentley all'interno dello stabilimento di Crewe è di origine rinnovabile. Un gigantesco impianto fotovoltaico (il parcheggio con pannelli solari più grande d'Inghilterra) garantisce da solo 7,7 MW di potenza, i gas utilizzati nei processi produttivi sono certificati e tre caldaie di nuova generazione da 5,5 MW ad alta efficienza energetica contribuiscono a ridurre i consumi generali.

Foto - Bentley, lo stabilimento di Crewe tra lusso e sostenibilità
Foto - Bentley, lo stabilimento di Crewe tra lusso e sostenibilità

Questa energia non solo viene utilizzata per mandare avanti la fabbrica, ma anche per alimentare 130 colonnine di ricarica di auto elettriche e plug-in, trenta delle quali sono dedicate gratuitamente alle auto aziendali elettriche dei dipendenti, molte delle quali sono Audi e-tron e Volkswagen ID.3. Chi, invece, volesse andare a lavorare in bicicletta può usufruire di una stazione di riparazione dedicata.

Per quanto riguarda i trasporti, le bisarche e i collegamenti terrestri con l'esterno, a disposizione dei camion che entrano ed escono da Crewe c'è una speciale stazione di rifornimento con un serbatoio da 34.000 litri di biodiesel, combustibile in grado di ridurre dell'86% le emissioni di CO2 allo scarico rispetto al normale diesel.

Foto - Bentley, lo stabilimento di Crewe tra lusso e sostenibilità

Negli ultimi dieci anni è stata anche ridotta drasticamente (-55,9%) la quantità di acqua utilizzata nella produzione dei veicoli, passata da 21,1 metri cubi per auto a 9,31 metri cubi, con un risparmio di quasi 12 metri cubi (l'equivalente di circa centocinquanta vasche da bagno piene d'acqua). Questo è stato ottenuto grazie all'installazione di sistemi di riciclaggio dell'acqua stessa (quella di scarto è diminuita del 99,1%) e alla riduzione del consumo a seguito della pandemia e al conseguente smartworking dei dipendenti.

"Tutti all'interno delle operazioni di produzione di Bentley hanno un ruolo da svolgere per garantire il raggiungimento di questi obiettivi, quindi abbiamo iniziato il 2021 coinvolgendo i colleghi nel lancio della nostra nuova strategia di produzione "Wings", che ci vedrà pionieri di un cambiamento di paradigma nella sostenibilità in loco"

Per quanto riguarda gli ultimi modelli, Bentley sta puntando molto sull'elettrificazione graduale dell'intera gamma: la prima EV è attesa per il 2025, come previsto dalla strategia Beyond100, mentre già nel 2024 tutti i modelli avranno una versione ibrida in gamma. L'ultima arrivata è stata l'ammiraglia Continental Flying Spur Hybrid, che è andata ad affiancarsi alla Bentayga Hybrid.

Fotogallery: Foto - Bentley, lo stabilimento di Crewe tra lusso e sostenibilità