Ci avevamo creduto un po' tutti che il nome del B-SUV Alfa Romeo sarebbe stato Brennero. C'era anche un teaser a confermarlo. Eppure non si chiamerà così. Con un paio di teaser infatti la Casa ha annunciato in maniera ufficiale (questa volta senza lasciare dubbi) che il più piccolo dei propri SUV si chiamerà Alfa Romeo Milano.

Nome scelto per omaggiare la città che nel 1910 ha visto nascere il brand, nel cui logo sono racchiusi due simboli che lo legano anche graficamente al capoluogo lombardo: la croce e il biscione visconteo. Assieme al comunicato stampa è stata pubblicata anche la prima immagine ufficiale del piccolo SUV Alfa, che amplierà così la gamma a ruote alte composta attualmente da Stelvio e Tonale. Peccato però che ci sia un telo a coprirlo per intero. Per vederla senza camuffature bisognerà attendere aprile 2024, quando ci sarà il debutto mondiale. Indovinate dove?

Alfa Romeo Milano, quello che sappiamo

Il nome del B-SUV era uno dei tasselli fondamentali che mancavano per delineare - a spanne, sia chiaro - l'identità del nuovo modello del Biscione. Ora che sappiamo che si chiamerà Alfa Romeo Milano possiamo iniziare a buttare giù una carta d'identità abbastanza completa.

Le dimensioni: il piccolo SUV Alfa sarà lungo circa 4 metri, come le "cugine" Jeep Avenger e Fiat 600, con le quali condividerà anche la piattaforma.

La meccanica: a far da base all'Alfa Romeo Milano ci sarà la CMP di origine PSA, ideata per ospitare sia powertrain elettrici sia termici.

Alfa Romeo Milano teaser

Alfa Romeo Milano teaser

I motori: già, l'elettrico. L'Alfa Romeo Milano sarà la prima auto 100% elettrica della Casa, primo passo verso il totale di motori benzina e diesel previsto per il 2027. Con ogni probabilità a muovere la Milano a emissioni zero ci penserà l'elettrico da 156 CV delle già citate Avenger e 600 (oltre che altre piccole Stellantis come Peugeot 208 e 2008, Opel Corsa e la nuova Lancia Ypsilon) alimentato da 54 kWh, per un'autonomia di circa 400 km. Ci sarà poi il 1.2 turbo benzina mild hybrid da 136 CV. In futuro potrebbero poi arrivare motorizzazioni più potenti, chissà se accompagnate dal simbolo del Quadrifoglio.

Lo stile: in nostro aiuto per definire le linee del piccolo SUV Alfa Romeo sono arrivati degli scatti rubati pubblicati qualche tempo fa, sui quali abbiamo costruito il nostro render esclusivo. Il muso avrà il classico trilobo Alfa, con ai lati gruppi ottici sviluppati in orizzontale su due livelli. Un aspetto sportivo e ben differente rispetto a quello di Giulia, Stelvio e Tonale.

Quando arriva: come detto all'inizio l'Alfa Romeo Milano debutterà ad aprile 2024 proprio a Milano. Nello stesso mese si terrà il Salone del Mobile. Chissà se i due eventi coincideranno. 

Foto - B-SUV Alfa Romeo, il render di Motor1.com

Alfa Romeo Milano, il nostro render

Ci mancano solo gli interni della Milano, anche se in questo caso ci aspettiamo un arredamento ripreso in parte da quello di Avenger e 600, con grosso monitor centrale per l'infotainment, strumentazione digitale e tanto spazio a bordo. 

Futuro con omaggio al passato

Il nome del capoluogo meneghino non è una novità per un modello firmato Alfa. Con lo sbarco negli Stati Uniti infatti l'Alfa Romeo 75 venne ribattezzata proprio Alfa Romeo Milano, a dare un ulteriore tocco di italianità al primo modello del Biscione esportato al di là dell'Atlantico. 

Fotogallery: B-SUV Alfa Romeo, il render di Motor1.com