La parte elettronica delle auto moderne è composta da un numero molto elevato di centraline, variabile in base al modello e al segmento di appartenenza. Si tratta di un tessuto informatico molto complesso che però nei prossimi anni sarà semplificato, grazie all'adozione di componenti hardware più potenti che potranno fare più funzioni contemporaneamente.

A tal proposito, al Salone di Pechino (24 aprile - 4 maggio) Marelli toglie i veli dalla sua nuova Unità di Controllo elettronico di Zona, realizzata in collaborazione con il leader dell'informatica Infineon.

Come funziona

Il nuovo componente hardware sviluppato da Marelli è un'unità di controllo elettronico avanzata, che, quando arriverà sulle auto di serie, sarà posizionata in alcune zone specifiche dell'auto, con l'obiettivo di gestire diverse funzioni insieme.

Questa nuova tecnologia in mostra al Salone di Pechino è stata ideata per semplificare di molto la parte hardware delle auto e già predisposta per dare vita nei prossimi anni alle auto digitali, ovvero quelle sviluppate attorno al software - di cui già abbiamo parlato sulle pagine di InsideEVs - permettendo livelli estremamente elevati di personalizzazione con l’architettura di qualsiasi Casa auto.

Nuova Mercedes Classe E, l'infotainment MBUX

Nuova Mercedes Classe E, l'infotainment MBUX

Informatica evoluta 

Per scendere più nei dettagli, le nuove Unità di Controllo elettronico di Zona di Marelli sono state sviluppate con l'obiettivo di essere molto più veloci dei processori attuali.

Per ottenere questo, l'azienda ha collaborato con il leader informatico Infineon, che ha messo a disposizione i propri microcontrollori Aurix TC4x (gli stessi microprocessori che si possono trovare in alcune centraline dei sistemi ADAS delle auto più moderne), per garantire livelli di latenza di risposta estremamente bassi durante la connessione CAN-bus.

salone-auto-pechino-2024 Vedi tutte le notizie su Salone di Pechino

Nate Sladek, Vice President of Strategy and Product Management della divisione Electronic Systems di Marelli, ha commentato:

“Grazie al fondamentale contributo di Infineon, Marelli è ben posizionata per rafforzare il suo ruolo di partner primario dei carmaker che si approcciano alle architetture a zone. Questa collaborazione ci consente di offrire soluzioni all’avanguardia che migliorano l’esperienza di guida, e di consolidare la nostra posizione nel settore nelle architetture a zone.”