Opel Adam S, piccola al peperoncino

Le auto piccole e potenti sono ormai un'eccezione, benvenute da chi ancora vuole divertirsi guidando, ma osteggiate da normative europee sempre più severe sulle emissioni di CO2. E' così che la prova in anteprima della Opel Adam S arriva come una luce a rischiarare il panorama delle cittadine con la voglia di correre. Le ventose strade che da Cascais proseguono lungo la costa atlantica portoghese sono il palcoscenico di questo mio primo test al volante della sfiziosa tedesca con il 1.4 turbo da 150 CV, sportiva e compatta al punto giusto. L'Opel Adam S guadagna quello stile grintoso che le altre Adam lasciano solo intuire, con una manciata di spoiler, minigonne e alettone di coda che ne rendono più aggressiva la tipica linea tondeggiante. Il piacere di guida è poi così ben bilanciato con il comfort che mi viene da definirla una Granturismo in miniatura, adatta a tutti i giovani, d'età o di spirito.


Spoiler e alettoni non le mancano


Da fuori l'Adam S è piacevolmente sportiva ed elegante, merito anche dei cerchi da 18" con cinque razze a Y e delle pinze freno rosse firmate OPC, optional perfetti per la S. Il tocco di classe aggiuntivo è poi quello della verniciatura bicolore che con cui creare abbinamenti interessanti come il bianco opaco con padiglione blu (la mia preferita) o il grigio con tetto rosso o blu, tutti metallizzati. Uno di questi due colori può essere ripreso nella plancia interna, sulla leva del ca...