Suzuki Ignis, la prova dell'anti-Panda 4x4 [VIDEO]

Un po' citycar e un po' SUV. Ma anche 4x4 e ibrida. La nuova Suzuki Ignis mette sul piatto tante caratteristiche che la rendono un'auto difficile da classificare. Così per farsi un'idea è meglio partire dalla lunghezza di 3 metri e 70 centimetri, che la inserisce nel territorio di caccia della Fiat Panda. In tema di design, connettività e sicurezza attiva, però, la Suzuki Ignis sfodera anche contenuti che puntano a impensierire piccole più sfiziose come Fiat 500 e smart forfour. L'ambizione, insomma, non le manca.


Com'è


Lo stile esterno della Suzuki Ignis è d'impatto, da piccolo crossover. O da mini-Vitara, se preferite. Nel frontale una cromatura fa da contorno ai fari tondeggianti (full LED sull'allestimento più ricco iTop) e all'ampio fascione nero che li congiunge. In basso le prese d'aria sono squadrate e danno al frontale un look più massiccio, rafforzato dai tagli sui lati del cofano e dalla bombatura dei passaruota che corre anche nella parte bassa della fiancata. Dietro, invece, il massiccio montante posteriore è decorato da tre fessure che richiamano quelle della Suzuki Cervo di fine anni '70, mentre il lunotto è molto inclinato. Qui il colpo d'occhio è meno riuscito, complice anche la forma della carrozzeria che va stringendosi verso l'alto. Nell'abitacolo la Suzuki Ignis mischia praticità e design, con materiali semplici ma robusti, impreziositi da dettagli più ric...