Prime informazioni sul restyling della piccola mild hybrid che, per ora, riguarda solo il mercato giapponese

Suzuki ha rilasciato le prime immagini e informazioni sulla Ignis restyling che, almeno per il momento, dovrebbe arrivare solo sul mercato giapponese. A prima vista si notano subito le novità, con l'aspetto della piccola Suzuki che, adesso, ricorda ancora di più quello di un SUV: i paraurti sono più muscolosi così come i passaruota. Ci sono anche nuovi inseriti in argento satinato, a cornice della griglia anteriore e nei dettagli fino ai corrimano sul tetto.

Più muscolosa e curata

Insieme ai vari colori della carrozzeria (tra cui un nuovo color kaki) è possibile scegliere anche se avere il tetto nero a contrasto. Non mancano poi piccole attenzioni come, per esempio, una copertura in plastica più facile da pulire per il pavimento e il bagagliaio e rivestimenti dei sedili in materiale sintetico. La Suzuki Ignis restyling dovrebbe avere anche una nuova griglia anteriore con quattro listelli verticali in sostituzione della single frame attuale. Il paraurti posteriore è ora dello stesso colore della carrozzeria, non più quindi in plastica nera a contrasto.

Fotogallery: Suzuki Ignis restyling, le foto giapponesi

La Ignis restyling cambia anche dentro, con nuovi rivestimenti per cruscotto e consolle centrale, con le maniglie che richiamano il colore della carrozzeria. Tra gli optional - tra quelli disponibili sul mercato giapponese - troviamo i fari automatici, i sedili riscaldati e gli ausili alla guida.

Quando arriverà in Europa?

La Suzuki Ignis restyling parte - in Giappone - da un prezzo base di 1.522.400 yen (circa 12.500 euro), con l'unico motore disponile che è il quattro cilindri 1.2 mild hybrid da 90 CV. Volendo si può avere anche a trazione integrale. Al momento la Casa non ha dichiarato quando il restyling arriverà anche in Europa e quali saranno gli aggiornamenti rispetto al modello attuale che, sul nostro mercato, parte da un prezzo base di 14.200 euro.