Audi RS Q3, quattro volte divertente

È la prima versione RS della famiglia Q di Audi, che apre la strada al connubio tra la praticità dei SUV e la sportività espressa dal prestigioso marchio RS, simbolo dei modelli ad alte prestazioni della Casa di Ingolstadt. La versione vitaminizzata della Q3 si distingue esternamente per i paraurti maggiorati, il logo ‘quattro’ nella presa d’aria centrale sotto la calandra, lo spoiler posteriore e il diffusore accanto al quale prende posto il grande terminale di scarico ovale. Il particolare di maggior pregio è decisamente meno visibile a prima vista e alloggia sotto il cofano: si tratta del motore cinque cilindri turbo da 2,5 litri, capace di erogare 310 CV e di scattare da 0 a 100 km/h in soli 5,2 secondi. Una goduria per chi siede al volante, che quasi fa dimenticare di essere a bordo di un SUV (pur se più basso di 25 mm rispetto alla versione base che misura 1605 mm) e che fa venire voglia di andare a cercare le curve per divertirsi. Sì, divertimento è forse la parola chiave per interpretare la RS Q3, che sul mercato italiano sarà lanciata a fine novembre ad un prezzo di 57.900 euro.

AGGRESSIVA, MA NON TROPPO NELLE LINEE

Il design esterno non passa certo inosservato, le caratterizzazioni impresse dai tecnici della quattro GmbH, azienda che sforna i modelli Audi ad alte prestazioni, hanno reso più cattiva la RS Q3, senza però perdere di vista l’eleganza del modello originale. Il diffusore e lo spoiler posteriori, abbinati alla calandra anteriore impreziosita dal logo RS e da...