DS 3 Performance, più stile che cattiveria [VIDEO]

Se si parla di piccole e cattive, i francesi hanno una forte tradizione. Citroen, Peugeot e Renault hanno consegnato alla storia vari modelli più o meno potenti, talvolta pericolosi, sicuramente mai banali. Fa eccezione, ma solo perché è nato da pochissimo, il marchio DS, che però si è dato da fare prendendo la Citroen DS3 e trasformandola in DS 3 Performance. 208 CV, 300 Nm di coppia e differenziale autobloccante Torsen sono il suo biglietto da visita.


Com'è


Come i più esperti già sapranno, la DS 3 Performance non è una novità assoluta. Si basa sulla Citroen DS 3 Racing, di cui è strettissima parente e dalla quale si differenzia fondamentalmente per l'operazione di "rebadging" - il Gruppo PSA ha deciso di fare di DS un marchio (premium) a sé stante - e per una diversa messa a punto di motore e assetto. Il primo, nel dettaglio, non solo guadagna 1 CV, ma anche un impianto di raffreddamento a liquido specifico per la turbina che la raffredda - se necessario - anche quando si spegne il motore. Le modifiche visibili a occhio nudo interessano invece il frontale, ridisegnato e più carico di cromature (coerentemente con lo stile DS), ma anche l'interno: rispetto alla DS 3 Racing spariscono parecchi tasti fisici, le cui funzioni sono state accorpate nel touchscreen da 7". Proprio questo, tra l'altro, è il terminale del nuovo sistema di infotainment comprensivo di Apple CarPlay e Mirr...