Sono nuove ma "di seconda mano", hanno meno di 100 km e con prezzi ridotti di anche il 30% rispetto al listino. Ecco cosa serve sapere

Nuova, usata o... km 0. Le tre possibilità, quando si decide di portarsi a casa un'auto , sono queste e l'ultima è indubbiamente una via di mezzo interessante, perché tecnicamente nuova ma con un prezzo da usata.

Si tratta di una formula introdotta ormai da diversi anni e che molti costruttori sfruttano per raggiungere i volumi di immatricolazioni desiderati attraverso i concessionari che si intestano i modelli altrimenti destinati ad alimentare gli stock di invenduto per poi proporli pari al nuovo ma con prezzi particolarmente allettanti. Una buona occasione quando capita l'auto giusta, ma dev'essere quella "giusta" per davvero. Ecco perché e a cosa prestare attenzione.

Pochi(ssimi) km e begli sconti

Diciamo subito che un’auto a km 0 è da considerarsi un’auto usata, infatti è già immatricolata una volta, ma ha percorso pochissimi chilometri, al massimo 100. Il principale vantaggio di questa pratica è di ordine economico: è possibile beneficiare di sconti interessanti, che possono raggiungere e superare il 30% sul prezzo di listino a seconda dei momenti e del modello di auto.

Fotogallery: Auto usate, i 10 SUV che si vendono più velocemente

Altro aspetto positivo è che queste auto poiché già immatricolate e parcheggiate nelle concessionarie sono in pronta consegna, dunque non ci sarà nessuna attesa, avremo subito l’auto, espletate le formalità burocratiche. Ci sono però anche aspetti negativi.

Vista e piaciuta 

Tra gli svantaggi delle km 0 c'è il fatto che si tratta di auto già "fatte e finite", ordinate ed allestite spesso attenendosi ai colori e alle dotazioni più richieste e facilmente rivendibili, ma non potremo richiedere opzioni e dotazioni particolari, salvo qualche accessorio postvendita, e dunque personalizzare più di tanto la scelta.

Formalmente, poi, stiamo acquistando una vettura usata, di cui diventiamo il secondo proprietario: questo ridurrà maggiormente il valore dell’auto al momento di una eventuale nuova rivendita, dato che risulterà immatricolata due volte.

Fotogallery: Usato auto certificato, i programmi delle Case

Bollo e assicurazione

Per il bollo, trattandosi di un’auto già immatricolata, questo deve essere già stato pagato dall'intestatario, i bolli successivi alla oro naturale scadenza saranno a carico dell’acquirente. Per quanto riguarda l’assicurazione l’auto era ferma e sprovvista di copertura; l’acquirente dovrà provvedere a stipulare una polizza prima di ritirare l'auto, cosa oggi molto rapida e molto facile da fare anche online.

Le garanzie

Una questione da conoscere bene riguarda la garanzia, anzi, le garanzie: una vettura a km 0 beneficia della garanzia del costruttore pari a non meno di 24 mesi (non di rado 36, con casi come quelli di Hyundai e Kia in cui si arriva a 5 o 5+2 sulla meccanica. Va però considerato che tale copertura decorre dalla data di prima immatricolazione, e dunque più l'auto è rimasta ferma meno garanzia residua avremo da sfruttare.

Non scordiamo però che pur non usata fisicamente è comunque "un usato" a tutti gli effetti e il Codice del Consumo prevede che il venditore debba garantire di suo la conformità del bene per 24 mesi. Quindi, solitamente, se l'auto è acquistata in prossimità della scadenza del premio anno, di garanzia questa viene estesa, talvolta con un limite di chilometraggio per l'anno aggiuntivo.

Inoltre, anche se l'auto è rimasta ferma, ai fini della validità della garanzia stessa occorre che sia stata effettuata la regolare manutenzione, cosa da verificare per auto immatricolate da oltre un anno o più. E se è rimasta in un piazzale, al sole e alle intemperie, potrà portar ei segni dell'inutilizzo su gomme, carrozzeria, guarnizioni, ma anche plastiche in caso di lunga esposizione al sole. Quindi, esaminiamola con attenzione.

Auto a km 0: i vantaggi

  • Vettura pari al nuovo ma con condizioni da usato
  • Disponibilità praticamente immediata
  • Prezzi inferiori al nuovo a listino di anche il 25%
  • Bollo già pagato per l'anno in corso

Auto a km 0: gli svantaggi

  • Comunque di seconda mano, con svalutazione più rapida
  • Non si può intervenire su dotazioni e caratteristiche, si prende quel che c'è
  • La garanzia della Casa non parte da quando la si acquista, ma dalla prima immatricolazione

A cosa fare attenzione

  • Data di immatricolazione ed esecuzioni eventuali tagliandi
  • Stato di conservazione
  • Garanzia del venditore

Km 0, gli "affari" del momento

MODELLO PREZZO DI LISTINO PREZZI KM 0 RISPARMIO
Audi Q2 30 TFSI da 31.800 euro da 25.500 euro 20%
Audi A3 Sportb. 35 TDI da 49.200 euro da 33.500 euro 32%
BMW Serie 1 116d da 40.000 euro da 36.600 euro 25%
BMW 320d Touring Msp. da 52.500 euro da 29.900 euro 30%
BMW Serie 525 Touring da 85.000 euro da 52.000 euro 29%
Fiat Panda Cross da 19.250 euro da 16.300 euro 15%
Jeep Renegade 1.0 T da 30.000euro da 20.900 euro 30%
Land Rover Evoque 2.0D  da 63.000 euro da 51.000 euro 19%
Mitsubishi ASX BiF. Gpl da 32.400 euro da 26.000 euro 20%
Renault Kadjar 1.5 dCi da 27.900 euro da 22.500 euro 19%
Suzuki Vitara 1.0 B.jet da 24.200 euro da 18.450 euro 24%
VW Tiguan 2.0 TDI da 39.900 euro da 30.900 euro 22%
VW Touareg V6 TDI da 62.500 euro da 50.500 euro 19%
Volvo V60 D3 Moment. da 40.600 euro da 28.900 euro 29%