Tre soluzioni, ognuna con pro e contro, in base alle diverse esigenze. Ecco come orientarsi nella scelta

Se fino a qualche anno fa l’auto era vista come un bene personale e quindi veniva acquistata con l’idea di utilizzarla fino alla fine dei suoi giorni, oggi l’evoluzione continua delle tecnologie che determina anche una svalutazione più veloce rimette in discussione l'effettivo vantaggio del possesso, specie alla luce delle soluzioni alternative.

Al giorno d’oggi, infatti, al tradizionale acquisto diretto con o senza finanziamento si affiancano formule come il noleggio a lungo termine e il leasing che, da qualche anno a questa parte vengono offerti anche ai privati oltre ai possessori di partita IVA, aziende o privati che siano. Ecco in cosa si differenziano.

Quando scegliere l’acquisto

Arrivati al fatidico momento di scegliere l'auto nuova, la maggior parte degli automobilisti si trova spiazzata nel capire come è meglio pagarla o se addirittura convenga ancora comprarla del tutto. In linea generale possiamo dire che per quanto riguarda le vetture di piccola taglia come le city car, la scelta migliore ricade ancora nell’acquisto tramite finanziamento o in contanti.

Questa tipologia di auto, infatti, rispetto a quelle di segmento superiore, riesce a mantenere dopo l’acquisto un valore di mercato abbastanza elevato, limitando al massimo la perdita economica per un lungo intervallo di tempo.

Il consiglio è quello di puntare sull’acquisto della vettura come bene personale nel caso in cui si stia cercando un modello di piccole dimensioni, che permette di essere rivenduta abbastanza facilmente e che, se acquistata con il noleggio, vi porterebbe in perdita nel giro di 3-4 anni.

Questo non vieta a chi vuole avere una macchina sempre nuova ogni 3-4 anni, senza la preoccupazione di doversi occupare in prima persona di scadenze per assicurazione, bollo, manutenzioni ordinarie e straordinarie e della vendita dell’usato, di optare per il noleggio.

Acquisto auto: i pro

  • Si può pagare a rate o in contanti
  • Non c’è limite di chilometraggio
  • Il cliente può scegliere il venditore in base ai diversi preventivi
  • Il cliente si può rivolgere a chiunque per effettuare tagliandi, cambio gomme e manutenzione straordinaria (attenzione alla perdita di garanzia)
  • È favorevole quando si acquista una macchina dal prezzo di listino basso e che si svaluta poco

Acquisto auto: i contro

  • Bisogna considerare a parte i costi di gestione (bollo, assicurazione, manutenzione e cambio gomme)
  • Non si ha una vettura nuova ogni 4/5 anni a meno che non ci si occupi di permuta o vendita
  • Le restrizioni nella circolazione e il periodo di transizione rischiano di rendere più difficile la vendita futura del veicolo

Quando scegliere il noleggio a lungo termine

Togliendo da questa lista il noleggio a breve termine che differisce da quello lungo solo per la durata del contratto (inferiore ai 6 mesi), il noleggio a lungo termine sta trovando sempre più interesse da parte dei privati che ne apprezzano la semplicità e la formula del “tutto compreso”.

Questa soluzione, paragonata ad un affitto, vista la formula del contratto, include in una tariffa mensile tutte le spese di gestione (bollo, assicurazione RCA, furto incendio, danni, manutenzione ordinaria/straordinaria, cambio gomme) tranne le spese per il carburante.

Noleggio auto, le regole utili da seguire

Se ci fermassimo a questa descrizione il noleggio sarebbe sicuramente la tipologia d’acquisto preferita da molti, ma in realtà ci sono dei punti a sfavore che ne limitano la diffusione.

Oltre ad essere completamente responsabili dei danni subiti dalla vettura che vengono poi valutati e scalati da una cauzione versata alla stipulazione del contratto, il noleggio a lungo termine richiede anche il versamento di un anticipo e impone nelle condizioni generali del contratto un determinato numero di chilometri percorribili. Per aumentare il limite, infatti, si ha un incremento notevole del costo mensile.

Il noleggio a lungo termine conviene dunque a chi vuole cambiare vettura ogni 4/5 anni e a chi non vuole preoccuparsi di scadenze e manutenzioni varie. A livello economico questa scelta come abbiamo visto in precedenza è più indicata a chi è interessato ad acquistare una vettura di segmento alto che è più incline ad una perdita di valore nel breve periodo.

Noleggio a lungo termine: i pro

  • Formula "tutto compreso" che include assicurazione, bollo e manutenzione

Noleggio a lungo termine: i contro

  • Occorrono un anticipo e una cauzione 
  • Percorrenza limitata, con estensioni costose
Noleggio auto, le regole utili da seguire

Quando scegliere il leasing

La principale differenza tra leasing e noleggio, oltre al fatto che il primo non mette a disposizione un pacchetto “all inclusive” come il secondo, è che l’automobilista, alla scadenza del periodo di contratto, ha 4 opzioni differenti: riscattare l’auto con un prezzo basato sul valore futuro garantito, restituire la vettura, dare indietro la vettura per stipulare un nuovo contratto di leasing oppure rinnovare il già esistente contratto.

Anche questa tipologia di contratto che conviene maggiormente ai possessori di partita IVA, viste le diverse detrazioni fiscali inerenti, può essere scelta principalmente da chi vuole avere una macchina nuova dopo pochi anni.

Leasing: i pro

  • Vantaggi fiscali per le partite Iva
  • Varie soluzioni possibili alla scadenza (riscatto, rinnovo, restituzione)

Leasing: i contro

  • La tariffa non include tutte le spese come il noleggio

Fotogallery: Noleggio auto, le regole utili da seguire