Borse, portafogli, telecomandi e chiavi dell'auto sempre a portata di mano, grazie anche ai localizzatori Bluetooth

Chi non ha mai smarrito le chiavi della propria auto, anche solo per un attimo perché finite chissà come sotto al divano. Ecco, da qui l’esigenza dei più distratti (ma non solo) di trovare una soluzione adatta: i localizzatori Bluetooth ad esempio.

Sono dispositivi intelligenti che, a seconda della tecnologia di cui sono dotati, permettono di scovare gli oggetti smarriti in vario modo. Ce ne sono di diversi tipi e prezzi; a seguire qualche idea da prendere in considerazione.

Tile

È senza dubbio il più noto della categoria, un localizzatore prodotto in varie taglie (Pro, Mate, Slim e Sticker), ma con funzionalità e scopi molto simili.

Si tratta di un dispositivo dotato di Bluetooth che, collegandosi all’app companion per smartphone Android e iPhone, e fisicamente alle chiavi o a qualsiasi altro oggetto, squilla quando necessario: premendo “Find” dal telefono, o facendo una doppia pressione sul Tile per una ricerca inversa del proprio smartphone.

E se le chiavi smarrite sono fuori portata? L’applicazione mostra su mappa il luogo in cui l’oggetto è stato rilevato via Bluetooth per l’ultima volta.

Questo è il link per acquistare una delle versioni disponibili sul sito web ufficiale di Tile.

Immagine 3 migliori localizzatori Bluetooth

Samsung Galaxy SmartTag

Da un prodotto storico passiamo a qualcosa di più recente: Samsung Galaxy SmartTag, il localizzatore che il produttore sudcoreano ha appena presentato al fianco della famiglia di smartphone Galaxy S21.

Dotato anch’esso di Bluetooth (in versione 5.0 Low Energy), attraverso la funzione SmartThings Find permette di ritrovare le chiavi o qualsiasi oggetto a cui è fissato per un raggio massimo di 120 metri, a seconda dell’ambiente.

La ricerca inversa, cioè dello smartphone a cui è connesso, passa anche in questo caso attraverso un pulsante che attiva la suoneria del telefono. Se l’oggetto etichettato è fuori portata, con i dispositivi Galaxy è possibile individuarne i dati di localizzazione tramite la rete Galaxy Find.

Samsung Galaxy SmartTag costa 34,90 euro; per acquistarlo, o per maggiori informazioni, questo è il link al sito ufficiale.

Immagine 2 migliori localizzatori Bluetooth

Chipolo

Chipolo è un altro celebre dispositivo che fa al caso nostro, un piccolo localizzatore Bluetooth dotato di app per smartphone Android e iPhone, compatibile anche con gli assistenti vocali Amazon Alexa e Google Assistant.

Se ci si trova nel raggio d’azione del Bluetooth, funziona proprio come gli altri due dispositivi citati: l’utente può far suonare dal telefono l’oggetto smarrito a cui è agganciato, o viceversa cercare il telefono attivando la suoneria da Chipolo con una doppia pressione.

Altrimenti, l’utente può comunque tenere traccia dell’ultima posizione in cui l’oggetto perduto è stato rilevato dall’app e segnarlo come “smarrito”. Così, nel caso in cui altri utenti Chipolo lo individuino, il proprietario verrà avvisato tramite notifica della posizione aggiornata.

Per ulteriori informazioni e per acquistarlo, questa è la pagina ufficiale del produttore in cui scoprire le varie versioni di Chipolo.

Immagine 1 migliori localizzatori Bluetooth

Esky

Chiavi dell’auto, telecomandi, borse, portafogli, un localizzatore per ritrovare fino a 6 oggetti: questo è Esky. A differenza delle soluzioni precedenti, il prodotto è composto da 7 elementi: un localizzatore a forma di telecomando e 6 ricevitori da agganciare a oggetti vari.

Funziona così: ciascuno dei ricevitori è contraddistinto da colori diversi, colori che ritroviamo nel localizzatore principale in tasti dedicati che, quando premuti, fanno squillare i singoli oggetti, collegati tramite frequenze radio entro un raggio massimo di 30 metri.

Questa è la pagina Amazon dedicata ad Esky, per maggiori informazioni, o per acquistarlo.

Immagine 4 migliori localizzatori Bluetooth